Palestinesi zittiti nei social media

Autrice Jessica Buxbaum Le compagnie di social media, inclusa Facebook, hanno ammesso a MintPress che i post pro-Palestina sono stati rimossi, dando la colpa a “bug di sistema” e “filtri anti-spam”: i Palestinesi zittiti nei social media GERUSALEMME EST OCCUPATA — In un video postato dall’account Twitter dell’organizzazione attivista Jewish Voice for Peace, Muna El-Kurd … Continua

Il Messaggero si rifiuta di essere ucciso in Palestina

AutoreDavid Adams Il governo israeliano ha bombardato le sedi di Associated Press e Al Jazeera a Gaza, cercando di limitare i messaggi del popolo palestinese per descrivere la sua sofferenza. Ma il messaggero si rifiuta di essere ucciso. Ecco alcuni dei messaggi che ho ricevuto dalla gente in Palestina. Sono due settimane che siamo tutti … Continua

(S)nodi | Assemblea cittadina di movimenti e associazioni

Quando l’ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa dovere. Bertolt Brecht Extinction Rebellion Italia ha realizzato una serie di azioni dirette nonviolente percorrendo la strada della disobbedienza civile, vista come unica possibilità rimasta per polarizzare l’opinione pubblica sulla crisi climatica ed ecologica. La risposta delle istituzioni e dei media è stata, finora, un silenzio assordante. Molto … Continua

Fake news e disinformazione: accettiamo serenamente la complessità

Autrice Maria Chiara Todaro Venerdì 8 gennaio 2021 durante il terzo incontro del progetto #hackforinclusion, il Civic Hackathon organizzato dal progetto “IN EDU – INclusive communities through Media literacy & Critical Thinking EDUcation”, Maria Giovanna Sessa e Bruno Mastroianni ci hanno accompagnato in un percorso che ha attraversato la questione molto spinosa delle fake news e della disinformazione. … Continua

All’ombra di Charlie: la stampa francese di destra non-così-divertente

AutoreChaim Narag Con i valori della Francia a un bivio in seguito a un rinnovato dibattito su Charlie Hebdo, i commentatori dei media stanno forse sottovalutando la radicalizzazione della stampa “spazzatura“? Nelle ultime settimane, il clima socio-politico francese ha raggiunto picchi febbrili. Le copertine dei quotidiani rispetto al processo attualmente in corso a Charlie Hebdo, … Continua

Possiamo “TRASCENDERE” la guerra civile americana? | Diane Pearlman

Se solamente crescesse una globale consapevolezza che tutte le divisioni e scissioni sono dovute alla divisione degli opposti nella psiche, forse sapremmo dove cominciare C. G. Jung Una guerra civile sta crescendo negli Stati Uniti dati gli attacchi alla democrazia senza precedenti del presidente Trump, che sta piantando bombe pronte ad esplodere. Come abbiamo raggiunto il … Continua

Riprenderci Internet, costruendoci il nostro | Tech Learning Collective

Abbiamo già il potere, le materie prime e la motivazione per riprenderci Internet. Ma dobbiamo cominciare dal primo passo: acquisire la nostra infrastruttura. Quando si parla del 2001, molti pensano agli attacchi dell’undici settembre. Tuttavia, cinque mesi prima di quella data storica, un altro evento era destinato a cambiare il mondo, in maniera meno drammatica … Continua

Prevenzione dell’estremismo violento o aiuto allo sviluppo dei media? | Jake Lynch

La caratteristica ideologia della Guerra al Terrorismo è stata riassunta da Richard Perle, falco dell’era di Reagan che al tempo dei dirottamenti suicidi dell’11 settembre [2001] dirigeva il think-tank interno al Pentagono Defense Policy Board. “Dobbiamo decontestualizzare il terrore/ismo” intonava. “Qualunque tentativodi trattare le radici del terrorismo è un tentativo di giustificarlo. Dev’essere semplicemente combattuto e distrutto”. Il giorno dopo … Continua