«Non ho nemici e non voglio la guerra»

print

Autrice
Mairead Maguire


«Non ho nemici e non voglio la guerra». Lettera aperta di Mairead Maguire, premio Nobel per la Pace a due leader mondiali, Joe Biden e Vladimir Putin

Embed from Getty Images

Cari presidente Biden e presidente Putin,

Spero che questa lettera trovi voi e le vostre famiglie bene. Spero che continuerete in buona salute a svolgere il vostro importante lavoro.

Grazie per tutto quello che fate per rendere il mondo un posto migliore per i nostri figli. Scrivo a voi due come leader mondiali per chiedere il vostro consiglio e aiuto in questi tempi difficili. Vorrei sapere cosa posso fare, insieme ai miei amici, per aiutare a evitare una terza guerra mondiale e prevenire ulteriori sofferenze e morte per milioni di miei fratelli e sorelle in tutto il mondo.

Ho letto le notizie sul rafforzamento militare in Europa, nel Sud-Est asiatico, ecc. e la retorica usata da molti leader mondiali (le parole tagliano più a fondo delle spade e spesso non possono essere ritirate!) Mi chiedo: «Cosa si può fare per fare la pace e prevenire la violenza e la guerra?».

So che nei vostri cuori siete uomini buoni. Entrambi conoscete il dolore e la sofferenza della perdita nelle vostre vite, e credo che nel profondo non vogliate che altri subiscano dolore e sofferenza. Ebbene, entrambi sapete che la violenza, da qualunque parte provenga, porta una sofferenza insopportabile nelle vite di coloro che sono già schiacciati dalle fatiche e dalle delusioni della vita come la pandemia, le carestie, la povertà, la crisi climatica e così via. Voi avete il potere di cambiare le cose lavorando insieme. Vi prego di unire le forze ORA e di esercitare la vostra leadership a favore di un’umanità che soffre.

Avendo visitato la Russia e gli Stati Uniti e avendo incontrato i vostri popoli, so che sono buoni e provano amore l’uno per l’altro e per l’umanità. E infatti credo che i vostri popoli non siano, né vogliano essere, nemici. Per quanto mi riguarda, non ho nemici, solo fratelli e sorelle. Sì, c’è paura e ansia per le differenze, ma queste non dovrebbero dividere e separare noi, la famiglia umana.

L’inimicizia artificiale tra Russia e Stati Uniti è durata già troppo a lungo, e il mondo vi chiede di porvi fine diventando amici e costruttori di pace non solo per i vostri popoli, ma per il mondo intero, soprattutto per i bambini che meritano il vostro aiuto per sopravvivere alla violenza, alla fame, alle pandemie, alle guerre, ai cambiamenti climatici. E il linguaggio è così importante e la lingua è più potente della spada. Per favore, mettete via la retorica dell’insulto e dell’abuso e iniziate un dialogo di rispetto reciproco e dei vostri paesi.

I giochi di guerra che si stanno praticando in Europa sono pericolosi perché può succedere qualcosa che scatenerà una guerra, come dimostrano le due ultime guerre mondiali. Noi, i popoli del mondo, non vogliamo la guerra; vogliamo la pace e il disarmo, nutrire gli affamati e garantire una vita migliore ai nostri figli.

Per favore, presidente Putin e presidente Biden: fate la pace, non la guerra, cominciate a disarmare, date al mondo un po’ di speranza.

Grazie! Amore e pace.


Mairead Maguire

Non ho nemici e non voglio la guerra

Mairead Corrigan Maguire, cofondatrice di Peace People, fa parte della Rete TRANSCEND per la pace e lo sviluppo dell’ambiente. Ha vinto il premio Nobel per la pace nel 1976 per il suo lavoro per la pace in Irlanda del Nord. Il suo libro The Vision of Peace (curato da John Dear, con una prefazione di Desmond Tutu e una prefazione del Dalai Lama) è disponibile su www.wipfandstock.com. Vive a Belfast, Irlanda del Nord.