Frattanto, nel mondo… | Johan Galtung


C’è stato quello che può risultare il più violento massacro bianco USA di sempre: 59 uccisi dal 32° piano di un albergo di Las Vegas. L’assassino viene ora criminalizzato, psichiatrizzato, individualizzato, caratterizzato. Ma il massacro è stato sistematico; con potenti forze per la competizione e per la violenza; ne consegue come la competizione USA sia la più violenta.

E questo indica immediatamente due modi di sfuggire alla violenza: che gli USA diventino meno competitivi, e che gli USA diventino meno violenti. Come?

Anthony Stevens, in un articolo toccante, “Un bisogno basilare: una mancanza di comunità” (Resurgence n° 174) richiede “la ricreazione di vita comunitaria entro il contesto della nostra società post-industriale”. Una comunità genera solidarietà, e cooperazione piuttosto che competizione. Comunque, la parte “meno violenta”. Il controllo delle armi non è il modo.

Primo, se ci sono già 350 milioni di armi da fuoco in mani private, renderne difficile l’acquisto non basta. Ci vogliono anche una limitazione del possesso e della consegna delle armi, ma finora non entrano nel dibattito.

Secondo, ci sono alternative alle armi da fuoco, le bombe, per esempio.

Terzo, l’eccezionalismo USA comporta diritto e dovere di essere violenti; e così pure per alcuni individui. Servono misure più forti, come:

Pentagono-Dipartimento di Stato: è necessario un No alla bellicosità USA; se il mio paese è violento così, perché non posso esserlo anch’io?

Chiesa: la Sacralità della vita umana come parte non-negoziabile della fede è nella Dichiarazione Universale – Codice Internazionale dei Diritti Umani. Invece il cristianesimo USA si concentra sulla santità [>>sacralità, ndt] della vita non ancora nata, anziché sulla vita umana in generale, americana o meno, in quanto creata a immagine di Dio.

Media: più attenzione a cooperazione & pace, non competizione & violenza. Servirebbero anche narrazioni sulla risoluzione dei conflitti e sulla riconciliazione dei traumi.

Scuola: luogo eccellente per insegnare, in teoria e in pratica, modi per evitare il bullismo; fra allievi, insegnanti, da insegnanti su allievi: l’approccio Sabona.

Cinque fattori-chiave per la pace USA: Comunità-Pentagono-Chiesa-Media-Scuola.

Il premio Nobel per la Pace 2017 è stato conferito all’ICAN, la Campagna Internazionale contro le armi Nucleari, che sta dietro al Trattato per la Proibizione delle Armi Nucleari. I membri permanenti del Consiglio di Sicurezza ONU (UNSC), tutti potenze nucleari, hanno reagito come ci si aspettava: “la politica della deterrenza nucleare dei 70 anni scorsi ha evitato la guerra e mantenuto la pace in Europa e Nord-Asia – i suoi autori non s’impegneranno nel Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari che l’ICAN ha reso vigente”. (v. Trascendere le bombe atomiche, NL 2017/37).

Di solito i premi Nobel per la Pace norvegesi sono in sintonia con la politica estera norvegese; questa volta no. La politica estera norvegese è la lealtà agli USA comunque sia, per mantenersi la difesa USA per “quando arrivano i russi”. Ma questo premio è stato anche rivolto contro gli USA e le potenze nucleari occidentali, includendovi Israele come 4^ delle 9 esistenti globalmente (le altre 5: Russia, Cina, India, Pakistan e Nord-Corea). Molto equanime. Una messa al bando di per sé non previene un’esplosione. Il prossimo passo è risolvere i conflitti fra le potenze nucleari, come USA vs N.-Corea, Occidente vs Russia.

Che anno, questo 2017! 500 anni fa le tesi di Lutero; 150 anni fa Das Kapital di Marx, 100 anni fa la Rivoluzione Bolscevica di Lenin; scrolloni al controllo di Roma sull’Europa, e al controllo europeo sul mondo. I media sono pieni di materiale valido, ma scarso di soluzioni.

Si prenda la rimozione luterana di Maria dal cristianesimo. Logica: se la relazione credente-Dio dev’essere individuale e diretta, l’“intercessione” di Maria è esclusa. Il che comporta un eterno tormento infernale nel cristianesimo evangelico-luterano, ma non nel cristianesimo cattolico-ortodosso. Maria con accesso all’orecchio di Dio prega per noi peccatori. Riportatecela.

E la rivoluzione bolscevica conquistatrice dello stato russo? Ancor più stato, altro che suo “appassimento”. La politica come mercato vs programmazione. Aziende societarie vs cooperative è una dialettica che può incidere meglio sul problema base, indicativa di futuri con più equità e meno mercato e meno piano. Marx è una guida, con la sua attenzione su terra e manodopera, non solo capitale. Ma l’1% più rico ha il 20% del reddito complessivo in USA, il 12% in Cina, il 10% in Francia.

Venezuela – per gli USA parte di un “asse del male” con Iran, N.-Corea – ha ricevuto nel 2012 il premio FAO per aver ridotto la povertà estrema del 50%, e nel 2013 per aver ridotto la fame dal 14% nel 1992 al 5% nel 2012 (Klassekampen, 16 giugno 2015). Comunismo?

Ci sono aspetti dittatoriali; ma gli USA inscenano pure pretesti e notizie false, come l’”attacco vietnamita” nel golfo del Tonchino, o le forze [armate] irakene che rubavano incubatrici in Kuwait lasciando morire i neonati, le presunte armi di distruzione di massa di Saddam Hussein, il tentato genocidio di Gheddafi, & c.

Cina – un aspetto è la politica di pace come parte della politica estera, che facilita accordi “win-win”. Un altro è l’accresciuta presenza militare ovunque, presumibilmente per difendere le vie e le rotte “della seta”. Ma oggi tutto l’apparato e l’attività militare si considerano di difesa, anche i ministeri.

All’interno della Cina il movimento weiquan (sui diritti legali) non cerca “il rovesciamento del sistema ma la sua riforma – prendendo sul serio il corpo di leggi in crescita della Cina” (Ian Johnson, “When the Law Meets the Party” [Quando la legge collima col partito, ndt], NYRB, 17.08.17. Gli “attivisti” sono essi stessi avvocati.

USA – col nazismo perfino in quella che era la civile Charlottesville, Virginia, è possibile/probabile una Seconda Guerra Civile? Hanno le armi e la tradizione dell’uccidere, ma un suicidio collettivo? Torniamo col pensiero esattamente all’Austria di un secolo fa quando si rese evidente il declino e la caduta dell’Impero Asburgico. iniziò un’ondata suicida, e perdura.

Predizioni per gli USA: Guerra civile possibile. Ondata suicida probabile.

Clima. Forse più importanti dell’anidride carbonica e del metano sono i cloro-fluoro-carburi (CFC), rilasciati da innumerevoli frigoriferi, che distruggono lo strato protettivo d’ozono. E forse ancor più importante è il colore del pianeta Terra, che si sta scurendo con l’urbanizzazione, così attraendo più calore; tendenza che dev’essere rovesciata favorendo habitat più piccoli e meno grevi.

“La nuova ondata di leader mondiali” (Kishore Mahbubani NYT 14.09.17): Abe, Erdögan, Modi, Putin, Xi, di paesi umiliati dall’Occidente. Nessuna deferenza verso l’Occidente. Ma anche nessun globalismo. Forti nazionalismi.

#503 – Johan Galtung TMS

Titolo originale: Meanwhile, Around the World

Traduzione di Miki Lanza per il Centro Studi Sereno Regis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *