Antifascismo: l’ultima fase del progetto CHAPTER


Oggi, 27 gennaio, inizia l’ultima parte della campagna per il progetto CHAPTER: Challenging Propaganda Through Remembrance, realizzato da SCI Italia in partnership con altre 11 associazioni italiane ed europee, tra cui il Centro Studi Sereno Regis.

Nell’ultimo anno decine di volontari da tutta Europa si sono riuniti sia online che in presenza per ricercare, riflettere e valorizzare il ruolo della resistenza e dell’antifascismo internazionale anche con il contributo di attivisti, storici e accademici.

Lanciare oggi la questa campagna non si è deciso a caso. Perché in questo Giorno della Memoria si vuole ricordare che il nazifascismo non è estinto. Al contrario, ha assunto diverse forme e continua a mietere numerose vittime di cui si parla poco o niente.

Il Giorno della Memoria dovrebbe, secondo i promotori della campagna, essere utilizzato per riflettere sulle pratiche di solidarietà, antirazzismo, antifascismo e antisessismo – soprattutto in una fase storica in cui il suprematismo bianco eterosessuale e il razzismo continuano a rappresentare una grave minaccia in tutto il mondo.

A partire da oggi e per il prossimo mese, si darà spazio a diverse voci che porteranno la testimonianza diretta dell’impegno antifascista in diversi angoli del mondo.

Si comincia con alcune testimonianze degli storici. Davide Conti ed Elia Rosati discutono il significato dell’esperienza europea del nazifascismo e dei successivi sviluppi degli attori della destra radicale. Lo scopo è quello di per evidenziare il valore politico della resistenza e dell’antifascismo.


0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.