Proiezione del documentario “The Last Farmer”

giovedì 21 giugno 2012 – 0re 21
Azienda vitivinicola Rubatto – Chieri

Giorgio Cingolani del Centro Studi Sereno Regis introduce ai concetti dell’agroecologia presentando anche un estratto del recentissimo documentario THE LAST FARMER del torinese Giuliano Girelli, prodotto dall’ONG Mais. Esplorando le drammatiche conseguenze del neoliberismo e della globalizzazione sulla vita dei piccoli contadini nel mondo, incontreremo storie di agricoltori e attivisti di Guatemala, Indonesia e Burkina Faso e punti di vista di sociologi e agronomi esperti, tra gli altri, Luciano Gallino e Giorgio Cingolani stesso. Per la degustazione: freisa della cantina e specialità dolci e salate della Collina chierese.

THE LAST FARMER, Indonesia/Guatemala/Burkina Faso/Italia, 2011, estratto di 55’ su 90’. Regia di Giuliano Girelli; montaggio di Giuliano Girelli e Enrico Giovanonne; musiche originali di Giuliano Girelli e Niccolò Bosio. Produzione: Mais ong – Co/produzione: Associazione Documè e Babydoc Film.

L’agricoltura contadina produce cibo per oltre il 70% della popolazione del pianeta, mentre l’agricoltura industriale non provvede che al 30%; ciò nonostante 2.8 miliardi di persone nel mondo vivono con meno di 2 dollari al giorno, la maggioranza di queste persone sono contadini o ex contadini che ora vivono nelle baraccopoli di qualche grande città. Questo documentario parla di loro, della globalizzazione e dunque anche di noi.

The Last Farmer esplora le drammatiche conseguenze del neoliberismo e della globalizzazione sulla vita dei piccoli contadini nel mondo seguendo lo svolgersi della giornata di Baldomera in Guatemala, Agi in Indonesia e Aloise in Burkina Faso; con il supporto di interviste a Luciano Gallino, Hira Jhamtani, Giorgio Cingolani, Magaly Rey Rosa, Mamadou Goita e Roberto Schellino.

Biografia

Giuliano Girelli è nato a Torino nel 1967. Dal ’91 al ’93 è stato presidente del Centro per le Arti di Torino, db Music. Ha lavorato nel marketing e nella comunicazione industriale e dal 2002 sviluppa progetti per la cultura e il sociale. È il fondatore del progetto Documè Circuito Indipendente per la promozione del Documentario Etico e Sociale.

ASSAGGI doc. Rassegna di documentari in cascina con degustazione, dal 14 al 23 giugno 2012. Nell’ambito del progetto Strada di Colori e di Sapori una proposta culturale nelle cascine del Chierese e del Pianalto, per parlare di agricoltura contemporanea attraverso esperti e produttori, degustazioni e documentari d’autore.

Assaggi Doc nasce dal lavoro di Munlab – Ecomuseo Regionale dell’Argilla con il Progetto Strada di Colori e Sapori – Provincia di Torino, l’Associazione Piemonte Movie e la collaborazione di Cinemambiente. Le serate si svolgono dalle ore 21 tra Cambiano, Riva presso Chieri, Pecetto, Pralormo, Chieri, Carmagnola e Cinzano Torinese. Le cascine sono per lo più aziende agricole organizzate per la vendita diretta che stanno percorrendo la strada della multifunzionalità: dalle attività didattiche al maneggio, dalla trasformazione del latte in gelati o formaggi all’agricoltura sociale. Le degustazioni raccontano delle nostre eccellenze agricole dell’area chierese, in particolare dei prodotti del Paniere della Provincia di Torino.

L’ingresso è 7 euro ed è consigliata la prenotazione al 338 25 69 225.

www.collineditorino.it, www.spaziopermanente.it, www.piemontemovie.com

Contenuti della rassegna

LE TERRE FERTILI DEVONO FARE GRANO: sono le parole di un agricoltore che ispirano questa edizione di Assaggi Doc. Al centro delle serate è il tema della fragilità/preziosità dei suoli e delle risorse in tutta la sua complessità. Chi e che cosa minaccia le terre fertili?

La perdita di superficie dedicata all’agricoltura è una questione molto dibattuta. La riduzione del reddito delle imprese agricole, ha contribuito all’abbandono del settore primario o ha spinto gli agricoltori alla ricerca di nuove destinazioni d’uso: vendita dei terreni per case, capannoni e affitto dello spazio per pannelli fotovoltaici. A questa tendenza si aggiungono altre situazioni quali la costruzione di infrastrutture, i terreni coltivati per biocombustibili, gli incendi, l’erosione, la salinizzazione, il sovrasfruttamento e l’inquinamento. In tutto il mondo i suoli agricoli vanno persi più in fretta del loro ripristino.

Il suolo permea, tampona, filtra e trattiene l’acqua dolce, degrada sostanze organiche, immagazzina anidride carbonica, metano, nitrati, influenza lo scambio di radiazione solare e di calore sensibile. Il suolo nutre vegetali, animali e uomini. I suoli fertili impiegano millenni a formarsi. La loro nascita richiede una combinazione di ingredienti climatologici, geologici e biologici e tanta buona fortuna. Al momento nessuno ha ancora trovato il modo di fabbricarli.

Accanto alle questioni legate alla riduzioni dei suoli, con le serate ASSAGGI doc si avrà modo soprattutto di conoscere realtà che si stanno muovendo in controtendenza: comunità che difendono foreste, contadini-ricercatori che innovano le pratiche di gestione dei pascoli e dei terreni agricoli, donne che producono in modo non convenzionale. Molto diverse sono le storie e le visioni ma tutti hanno in comune un’attenzione particolare alla terra e al piacere delle cose ben fatte.

L’ingresso è 7 euro ed è consigliata la prenotazione al 338 25 69 225. Il programma completo su www.collineditorino.it, www.spaziopermanente.it, www.piemontemovie.com

Partner

Il progetto Strade di Colori e Sapori – Provincia di Torino – valorizza il patrimonio storico e architettonico, le risorse naturali e i prodotti tipici dell’area collinare a sud di Torino, tra il Chierese e il Pianalto. www.collineditorino.it

Munlab Ecomuseo dell’Argilla racconta il territorio tra il Chierese e il Pianalto e promuove nuovi stili di vita attraverso laboratori, seminari, passeggiate-scoperta e eventi. www.spaziopermanente.it.

L’Associazione Piemonte Movie diffonde la cultura cinematografica, con particolare riferimento a quella regionale, attraverso il Piemonte Movie gLocal Film Festival e i Presidi Cinematografici Locali diffusi su tutto il territorio piemontese. www.piemontemovie.com.

Il Festival CinemAmbiente nasce con l’obiettivo di presentare i migliori film ambientali a livello internazionale e contribuire, con attività che si sviluppano nel corso di tutto l’anno, alla promozione del cinema e della cultura ambientale. www.cinemambiente.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *