La campagna sbarca in via Onorato Vigliani!

Buone notizie per chi abita da quelle parti: fra poco ci saranno anche una postazione Smat con erogatori di acqua naturale e gasata e il distributore di latte crudo.

Già da ora invece – ha inaugurato venerdì 21 ottobre u.s. – ci sono le bancarelle («market») dei produttori («farmers»), così finalmente capiamo che vuol dire questa «cosa» di cui si sente sempre più parlare: coltivatori diretti di Torino o al massimo del Piemonte (per rispettare il concetto di «km0»), portano direttamente in città i loro prodotti: 12 bancarelle di ortofrutta, 5 di latticini, 3 di fiori e piante, 6 di vino, 5 di miele, 9 di generi vari, 4 per carne e salumi .

In questo mercato (battezzato Vov 102, no, non come il liquore di uova, ma come Via Onorato Vigliani 102), si trovano confezioni da ingrosso e prezzi molto inferiori alla media (per esempio mele a 60 o 70 centesimi al chilo, ma bisognerà comprarne 3 o 4 chili. D’altra parte anche a Porta Palazzo capita che non ci vendano la frutta a meno che ne compriamo diversi chili, e il prezzo inferiore a volte è «a patto che» se ne comprino grandi quantità…

Quindi è un buon motivo per organizzarse con altre famiglie (vicini, colleghi, amici) e fare la spesa insieme. D’altra parte il mercato sarà di pomeriggio – dalle 15 alle 19 – anche di sabato, proprio per offrire a chi lavora la possibilità di «fare shopping» anche di frutta e verdura.

L’idea poi è anche quella di organizzare dei laboratori per mostrare come si fa il formaggio o si confeziona una marmellata.

Fonte: «La Stampa», 21 ottobre 2011, articolo di Andrea Rossi

(a cura di Cinzia Picchioni – Per contatti: via Bertola, 57 – Torino – 011539170)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *