Le società matriarcali – Recensione di Loredana Arcidiacono


/nas/content/live/cssr/wp content/uploads/2015/11/cop Goettner Abendroth Heide Le società matriarcali.Heide Goettner-Abendroth, Le società matriarcali. Studi sulle culture indigene del mondo, Venexia, collana Le civette di Venexia, Venezia 2013, pp. 709, € 28,00

Il libro è edito dalla Venexia, casa editrice specializzata, tra gli altri, ai temi di indagine in ambito archeologico e antropologico (la stessa dove Maria Gimbutas ha pubblicato Il linguaggio della Dea) e fa parte della collana di saggi «Le Civette», dedicata all’ambito femminile.

La scrittrice, Heide Goettner-Abendroth, è la direttrice dell’International Academy Hagia, la prima accademia per i Moderni Studi Matriarcali, filosofa e ricercatrice socio-culturale con particolare interesse sulla forma sociale matriarcale.

Cosa sono le società matriarcali? Copio da Wikipedia:

«Matriarcato è una forma di organizzazione sociale alternativa al patriarcato».

Copio dall’enciclopedia Treccani:

«Matriarcato: istituzione giuridica esistente presso molti popoli, a cultura inferiore e media, per cui i figli assumono il nome o la proprietà (o i diritti o l’appartenenza alla tribù) dal lato materno, anche nei casi in cui il padre è conosciuto. Il significato letterale della parola quindi non è affatto quello di ginecocrazia, che comunemente le viene assegnato, e non indica nemmeno necessariamente una preponderanza della donna nella famiglia, ma semplicemente la “discendenza matrilineare”».

Le definizioni, per nulla simili, non chiariscono molto che cosa si intende con questo termine.

Società in cui la donna avrebbe goduto di un assoluto predominio nella vita sociale e politica della comunità secondo lo studioso J.J. Bachofen non esistono presso nessun popolo.

Secondo sempre Wikipedia, il patriarcato, alternativa al matriarcato, è un sistema sociale nel quale il potere, l’autorità ed i beni materiali sono concentrati nelle mani dell’uomo.

La prima parte del libro è quindi dedicata a definire in modo preciso e completo cosa si intende per «matriarcato» cominciando con il definire che il matriarcato non è l’inversione del patriarcato, equivoco comune. Le società che vengono così definite, seguendo precisi criteri scientifici e seguendo metodologie esplicite, vengono poi presentate nella seconda parte del libro. Le società che qui troviamo non sono soltanto passate, ma ancora esistenti.

Per chi fosse interessato, vi riporto l’intervista pubblicata sul «Manifesto» (la si può trovare in originale presso l’emeroteca del Centro Studi) fatta all’antropologa durante il suo tour in Italia nel 2014

http://ilmanifesto.info/laltro-mondo-del-matriarcato/

Il libro, sicuramente rivolto a studiosi, può essere piacevolmente letto anche da chi vuole chiarirsi le idee sull’argomento. Ma attenzione, 709 pagine sono un impegno per l’ambiente che si sacrifica per farci aumentare si il nostro sapere. Alle volte, per non chiedergli un sacrificio troppo grosso, può essere sufficiente un salto in biblioteca per consultarlo e valutarne in seguito l’acquisto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *