Come può una testa di cavolo salvare la testa a una mucca – Fabrizio Bonetto

Scopri con noi come reperire verdure sane prodotte secondo Natura e senza nuocere a nessuno

Prodotto: Verdura etica

Ingredienti: 12 Mucche, un allevatore con una testa di cavolo, una moglie rassegnata, un appezzamento di terra, una manciata di semi e… tanti amici

Progetto: Conversione di un allevamento di bovini da carne in un allevamento di mucche da cacca affiancato alla produzione naturale per autoconsumo e vendita di ortaggi e piccoli frutti.

Da dove parte l’idea
Capita che un giorno, uno come tanti altri, mentre sei occupato ad accudire gli animali nella stalla ti si fa vivo un ricordo della tua infanzia…..il ricordo di uno di quei tanti giorni trascorsi a giocare con tuo fratello e gli amichetti al gioco della fattoria, i ricordi e le emozioni si moltiplicano i pensieri si rincorrono, ma c’è qualcosa che non quadra, ora ti mancano quell’entusiasmo e quel sorriso, come mai ? ………. dovresti essere contento hai realizzato un tuo desiderio, un desiderio che avevi fin da bambino: “avere una fattoria tutta tua con tanti animali” ! , ma ahimè la realtà è diversa dalla fantasia ! il mondo dell’allevatore è diverso da quello che ti immaginavi, e sì, perché alla fine la tua fattoria trae profitto dalla vendita degli animali e se li vendi sai che o prima o poi li attende il macello, quello stesso vitellino che hai aiutato a nascere poco meno di due anni prima , ora è cresciuto, anzi lo hai ingrassato allo scopo, ed è pronto per essere trasformato in bistecche, sei tu che decidi della sua vita e della sua morte, e non hai molta scelta , se non lo vendi non guadagni e se non guadagni la fattoria chiude….. e capita che proprio quel giorno attraverso un ricordo prendi coscienza che forse hai sbagliato tutto……. e allora ritorni bambino e ti metti a sognare……. una fattoria con tanti animali che allevi con la stessa passione, ma dove alla fine non li vendi, dove non decidi tu della loro sorte e qualche volta nei sogni incontri altri amici con cui condividere il sogno e quel sogno ………….. diventa realtà!

Come si realizza
Bisogna mettersi in discussione, convincersi che alla fine gli animali sono esseri senzienti che soffrono e provano emozioni proprio come noi, occorre tentare… per dimostrare che si può campare senza lucrare sulla vita degli animali, anche se si nasce o si diventa allevatori. Gli animali pascolatori, quali ad esempio, la mucca e il cavallo (nel nostro caso), da sempre percorrono le praterie della Terra rivestendo un ruolo importante nell’ecosistema; è grazie al loro contributo che permangono ambienti aperti che sarebbero altrimenti soggetti al naturale processo di ricolonizzazione da parte del bosco, quindi anche nella gestione dei terreni da parte del contadino la loro presenza è necessaria, gli animali donano inoltre al terreno sostanza organica in cambio dei vegetali assunti e la coltivazione senza l’apporto di sostanza organica costituirebbe un’ insensato e contro produttivo sfruttamento del terreno. Quindi non c’è dubbio che per chi vuole coltivare secondo natura, senza ricorrere a prodotti chimici di sintesi (quasi tutti derivati dal petrolio), gli animali sono necessari.

In che cosa consiste coltivare secondo natura
Coltivare secondo natura vuole dire inanzitutto rispettare il calendario biologico delle diverse specie/varietà oggetto di coltivazione, non c’è da inventarsi nulla di nuovo il vecchio detto “ogni frutta a sua stagione” la dice lunga ! consumare verdura e frutta di stagione vuol dire principalmente alimentarsi in modo sano e naturale in quanto i prodotti vengono raccolti al momento della loro maturazione naturale, senza contare che coltivare verdure cosiddette “primizie” fuori stagione equivale a aggiungere al processo produttivo altri impatti ambientali ( es. riscaldamento delle serre). In merito alle nostre modalità di coltivazione non abbiamo fatto nessun passo avanti anzi ne abbiamo fatti parecchi indietro le nostre colture vengono difese dal proliferare delle cosiddette “malerbe” attraverso la pacciamatura (apposizione di strato vegetale a ridosso del colletto della pianta) dall’insorgenza di malattie fungine con i macerati di ortica e equiseto (derivanti dalla macerazione in acqua di fonte di questi vegetali spontanei ). La lotta agli insetti fitofagi (ovvero che si nutrono di vegetali) o comunemente definiti “nocivi” è attuato attraverso metodi esclusivamente naturali quali ad esempio la cattura manuale, il favorimento all’insediamento di specie di predatori (quali ad es. coccinelle, vespe, chrysoperla, fitoseide, cinciallegra, lucertole, rospi, ecc..)attraverso la predisposizione di casette nido e/o creazione di microhabitat idonei.

Aspetti positivi e negativi di queste tecniche
Sicuramente tra gli aspetti positivi diretti troviamo la genuinità del prodotto in quanto totalmente esente da trattamenti con fertilizzanti e/o antiparassitari, una maggiore ricchezza di elementi nutrizionali essenziali in quanto rimane inalterato l’equilibrio tra sali minerali, vitamine e proteine. Tra gli aspetti positivi indiretti abbiamo sicuramente l’abbattimento delle sostanze nocive nei terreni, una riduzione nel consumo di risorse idriche (la pacciamatura difende il terreno dall’irraggiamento solare prolungando l’effetto delle irrigazioni) una riduzione globale nella produzione di rifiuti speciali pericolosi (imballaggi contaminati, contenitori di fitofarmaci).
Tra gli aspetti “negativi” si annoverano, una minore produttività delle coltivazioni in quanto nonostante l’impiego di prodotti naturali di difesa sopramenzionati, si riscontrano danni alle colture dovuti ad attacchi da funghi o insetti fitofagi, un maggior dispendio di risorse umane impiegate nelle varie operazioni di manutenzione e protezione del suolo e delle colture (pacciamatura, predisposizione di reti protettive, ecc.)

Come acquistare le nostre verdure /frutti
Per acquistare i nostri prodotti è sufficiente inviare una mail a [email protected] o tramite telefonata/sms al 333.5241264 è possibile essere aggiornati settimanalmente tramite e-mail sulla disponibilità dei ns. prodotti. I ns. prodotti possono essere acquistati direttamente in azienda o tramite consegna a domicilio. E’ possibile prendere visione dei ns. prodotti in attualità di coltivazione e/o animali previa telefonata al numero sopraindicato.

Il nostro Cliente
In genere quello che accomuna i nostri. Clienti è la sensibilità verso la tutela e il rispetto della Natura e l’Amore verso gli animali. L’acquisto dei ns. prodotti in azienda è anche un’occasione per osservare gli animali in un contesto alternativo a quello a cui siamo abituati a vedere gli animali da reddito, imparando a considerarli alla stregua degli altri animali d’affezione. Acquistando i ns. prodotti a domicilio ci si rende partecipi di questo progetto a favore degli animali (parte degli incassi vengono utilizzati per il mantenimento degli animali) e di un mondo più sano e accogliente per le generazioni future.

Ringraziandoti per l’attenzione, Ti invitiamo a venirci a trovare a Cavour in Fr. Gemerello, Via Gerbidi 7/c è sufficiente una telefonata. Ciao da tutti noi, bipedi e quadrupedi.

Per seguire le nostre attività vai su http://farmserenitycow.blogspot.com/

2 Risposte a “Come può una testa di cavolo salvare la testa a una mucca – Fabrizio Bonetto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *