Studiare la nonviolenza

Elena Camino

Una borsa di studio per premiare la ricerca sulla nonviolenza

E’ scaduto il 31 dicembre 2018 il termine per la presentazione di domande da parte di studenti /esse che abbiano scritto negli ultimi tre anni una tesi di laurea magistrale sul tema della nonviolenza. A bandire questa borsa di studio biennale Angiolino Acquistisono stati il Comune di Sansepolcro (Assessorato alla Cultura) e l’Associazione Culturale Angiolino Acquisti.

Nella proposta era specificato che l’argomento poteva essere trattato sotto uno specifico settore accademico di studi, ad esempio: economico, filosofico, giuridico, pedagogico, politologico, psicologico, scientifico, sociologico, storico o teologico.

Una Commissione per l’assegnazione di questa Borsa di Studio raccoglierà – dopo il 31 gennaio 2019 – i pareri espressi dai suoi membri, e procederà al conferimento del  Premio al/lla concorrente considerato/o più meritevole.   Il premio di € 1.000, messo a disposizione dall’Associazione Culturale “Angiolino Acquisti” e dal Comune di Sansepolcro, verrà aggiudicato con giudizio insindacabile nella primavera del 2019.

La consegna avverrà alla presenza del Presidente della Associazione Culturale “Angiolino Acquisti” e dell’Associazione Cultura della Pace, presso la Sala Consiliare del Comune di Sansepolcro  nel mese di Settembre 2019.

Tutte le tesi inviate saranno stampate, a cura del Comune di Sansepolcro, e messe a disposizione del pubblico, presso la Biblioteca Comunale di Sansepolcro, nell’apposita sezione “Cultura della Pace”.

Una Commissione di ‘impegnati’ del settore

Presidente della Commissione è Antonino Drago (Rimini, 1938), laureato in Fisica, che è stato professore associato di Storia della Fisica all’Università di Napoli e professore a contratto di Strategie della difesa popolare nonviolenta nel Corso di Scienze per la Pace dell’Università di Pisa e di Storia e tecniche della nonviolenza nel corso di Operazioni di pace dell’Università di Firenze.

Gli altri membri sono: Raul Caruso, ricercatore in politica economica presso l’università Cattolica di Milano, che negli Stati Uniti dirige la rivista Peace Economics, Peace Science and Public Policy; Roberta Covelli, che ha lavorato presso Emergency, per attività di promozione culturale; Eugenia Pennacchio, cofondatrice del Movimento dei Caschi Bianchi – Corpo Civile di Pace dell’Associazione Giovanni XXIII; Giulia Zurlini Panza, referente del progetto di Operazione Colomba, Corpo Nonviolento di Pace dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII. Infine – in seguito alla proposta avanzata da Antonino Drago – è stato chiesto a me di far parte della Commissione, come portavoce dell’esperienza maturata dal CSSR, grazie a Nanni Salio e a tutte/i collaboratori e collaboratrici.   Conoscere i ricercatori e le ricercatrici coinvolte in questa attività di lettura e selezione delle tesi potrà offrire nuove occasioni di conoscenza e di collaborazione tra realtà italiane impegnate nei Peace Studies, finora assai poco sviluppate a livello accademico.

La nonviolenza come sguardo inter- e trans-disciplinare

La risposta degli studenti a questa proposta è stata superiore alle aspettative: sono state presentate 18 tesi, che spaziano tra discipline molto diverse (dall’Antropologia alla Giurisprudenza, dalla Filosofia alle Scienze politiche e alla Pedagogia), e indagano temi disparati, affrontati con metodologie e approcci differenti.  Alle riflessioni su Don Bosco e Aldo Capitini   si accompagnano studi e analisi su tematiche di grande attualità: il problema del bullismo, le esperienze di giustizia riparativa, le difficili integrazioni tra culture (anche dal punto di vista giuridico), i drammi dei rifugiati e dei migranti.  Non appena si saranno concluse le pratiche di assegnazione del Premio, e questi documenti saranno accessibili  presso la Biblioteca Comunale di Sansepolcro,  si aprirà la possibilità di nuovi contatti, soprattutto tra i giovani, alcuni dei quali si occupano di temi assai vicini a quelli affrontati dal CSSR.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.