gli occhiali di Gandhi al 35° TFF | I premi e le motivazioni

redazione

Mettersi gli occhiali di Gandhi significa pensare un cinema nuovo, che offra visioni di pace invece che di guerra, di condivisione più che di esclusione, di partecipazione e non di antagonismo.

35* Torino Film Festival | Premio alla cinematografia nonviolentaLa giuria della settima edizione del premio Gli occhiali di Gandhi

attribuisce il premio

EX AEQUO a

Talien, di Elia Mouatamid

e a

Balon di Pasquale Scimeca

Il viaggio forzato, in fuga dall’Africa, e quello volontario del ritorno in Marocco, ci restituiscono uno sguardo complementare su un tema cruciale che nessun cittadino europeo può più ignorare.

Persone, affetti, storie rese con drammaticità e leggerezza laddove troppo spesso incontriamo solo numeri e stereotipi.


La giuria attribuisce inoltre una

Menzione Speciale a

A fabrica de Nada di Pedro Pinho

Per aver mostrato la difficoltà di un autentico processo democratico che diventa una reale opportunità nella ridefinizione condivisa dei valori e dei bisogni personali e sociali. Dimostrazione di un cinema che diventa strumento attivo di cambiamento.


La cerimonia di premiazione

Gli occhiali di Gandhi 2017

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.