Un ricordo di Jonathan Schell – Nanni Salio

Jonathan Edward Schell(21 agosto 1943 – 25 marzo 2014) è stato un importante giornalista e scrittore statunitense, particolarmente impegnato nella lotta contro le armi nucleari, ma più in generale nella critica del complesso militare industriale e del militarismo.

Durante gli anni della crisi degli euromissili scrisse uno dei suoi più importanti lavori, “Il destino della Terra” (Mondadori, Milano 1982) che divenne un punto di riferimento autorevole del movimento antinucleare internazionale.

Per saperne di più sui suoi lavori, ricordiamo le seguenti traduzioni pubblicate nella newsletter del Centro Studi Sereno Regis

http://serenoregis.org/2008/04/02/e-giunto-il-momento-di-seppellire-un%E2%80%99eredita-pericolosa-di-jonathan-schell/

È giunto il momento di seppellire un’eredità pericolosa

http://serenoregis.org/2011/03/31/da-hiroshima-a-fukushima-jonathan-schell/

Da Hiroshima a Fukushima

http://serenoregis.org/2013/01/25/come-mai-si-sono-aperte-le-porte-dellinferno-in-vietnam-jonathan-schell/

Come mai si sono aperte le porte dell’inferno in Vietnam?

 

Suggeriamo inoltre la lettura di due articoli tradotti e pubblicati dalla rivista Micromega e riproposti in questi giorni:

http://temi.repubblica.it/micromega-online/in-ricordo-di-jonathan-schell/

IRAN, UNA GUERRA DI DISARMO?, da MicroMega 4/2012

TORTURA E VERITÀ, da MicroMega 4/2009

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *