Gli occhiali di Gandhi – Seconda Edizione – Dario Cambiano e Marco Scarnera

Premio per il miglior elaborato artistico

Destinato a costituire il “premio al cinema nonviolento” all’interno del TFF

A cura del Centro Studi Sereno Regis

A novembre si inaugurerà la 30° edizione del Torino Film Festival. Trenta, come gli anni che compie il nostro centro studi. Nell’ambito di questa importante manifestazione culturale il Centro Studi Sereno Regis, in accordo con il Direttore del TFF, Gianni Amelio, indice per il secondo anno un premio alla cinematografia nonviolenta: “Gli occhiali di Gandhi”.

Il premio intende rivelare, attraverso una “visione gandhiana”, le opere che maggiormente si propongono di illustrare, documentare, testimoniare la risoluzione nonviolenta dei conflitti, offrendo allo spettatore un diverso modo di vedere la realtà, rifuggendo dalle semplici logiche che producono violenza e risposte violente.

Il premio, in partnership con la Fondazione Bottari Lattes, sarà accompagnato da un assegno di 1.500 euro.

Per la realizzazione del premio si attiverà una collaborazione con i due licei artistici e le due scuole d’arte torinesi, che proporranno ai propri allievi di cimentarsi nel produrre un manufatto che costituirà il premio, e che rimandi simbolicamente alla visione gandhiana: una visione di pace, di risoluzione nonviolenta dei conflitti, di sostenibilità ambientale.

Questa edizione del premio sarà completata dall’apertura di una sezione “audiovisivi e cortometraggi”, per cui gli studenti potranno concorrere anche con opere ad alto contenuto tecnologico.

La partecipazione al concorso, seguita e sostenuta dal personale docente, sarà aperta da una lezione sulla figura di Mohandas Gandhi a cura di Nanni Salio, presidente del Centro Studi Sereno Regis.

In novembre i lavori termineranno e una giuria (in via di definizione) sceglierà il manufatto che meglio avrà interpretato lo spirito del Premio “Gli occhiali di Gandhi”. Tutti i manufatti saranno poi esposti in una mostra appositamente allestita i cui termini sono attualmente in via di definizione con la Regione Piemonte e il Comune di Torino

In concomitanza con le altre premiazioni conclusive del Torino Film Festival, la giuria, composta da 5 personalità del mondo della cultura nonviolenta, proclamerà il vincitore, cui verrà consegnato il premio realizzato dagli allievi dei licei.

Nella precedente edizione testimonial e invitato speciale alla premiazione è stato Bruno Bozzetto, che ha festeggiato con noi la nascita di questo premio con la proiezione del suo ultimo cortometraggio. Quest’anno, rinnovando la tradizione per cui sarà un regista affermato e particolarmente sensibile alle tematiche gandhiane a consegnare il premio, il testimonial del premio sarà Werner Weick, documentarista, autore di importanti ricerche nell’ambito della spiritualità mondiale. All’interno del TFF Weick sarà omaggiato con una personale delle sue opere.

Dario Cambiano e Marco Scarnera

Centro Studi Sereno Regis

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *