Uno sguardo sulla nonviolenza

giovedì 15 marzo 2012 – dalle ore 17.30
Sala proiezioni del Museo Diffuso della Resistenza, corso Valdocco 4/A, Torino

ore 17.30 proiezione de L’arpa birmana un film di Kon Ichikawa, Giappone 1956

ore 20,30, presentazione del libro di Laura Operti, Per una cultura della nonviolenza, ed. Trauben, 2012. Ne discuterenno con l’autrice, Gian Giacomo Migone e Nanni Salio del Centro Studi “Sereno Regis”.

Verranno proiettate alcune immagini della Marcia per la Pace e la Fratellanza del Popoli da Perugiad Assisi del 24 settembre 1961, accompagnate dal dicorso che Aldo Capitini tenne nel maggio del 1962 al Convegno nazionale sui problemi del disarmo di Firenze.

Il tema della nonviolenza (e della violenza nelle sue tante drammatiche forme) è lucidamente anticipato e attualizzato con considerazioni anche molto ferme e dure nella prefazione di Gustavo Zagrebelsky al bel libro di Laura Operti Per una cultura della non violenza, che come dice il prefatore “ha tratto dall’oblio la sua tesi di laurea, preparata sotto l’egida di Capitini e discussa nel lontano 1969 con Norberto Bobbio”.

La discussione e riflessione su questo tema è sempre più drammaticamente attuale anche nei suoi riflessi teorici e filosofici, oltrechè naturalmente etici. Molto utile anche anche la nuovo introduzione alla sua tesi, prodotta da Laura Operti, evidenziando una significativa carellata di eventi relativi all’anno 2011, che vanno dalle proteste anche clamorose per il diritto al lavoro nel nostro paese, alle manifestazioni e proteste poi diventate rivoluzionie e talvolta guerra civile nel Medio Oriente, agli Indignatos, allo tsunami e catastrofe nucleare del Giappone e a tutte le devastazioni ambientali sempre più frequesti e diffuse nel pianeta, e cosi via, anche per rinfrescarci la memoria su ciò che sul momento ci colpisce e ci fa ribollire di emozione ma poi troppo in fretta dimentichiamo.

La presentazione del libro sarà accompagnata nel pomeriggio alle 17.30 dalla riproposta del grande classico pacifista L’arpa birmana, un film che è stato ed è una pietra miliare non superata sul tema e che ancora oggi suscita discussioni e riflessioni.  A cura dell’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *