Caricamento Eventi

« Tutti Eventi

  • Questo event è passato.

Ora di silenzio | No alle guerre, no alla produzione e al commercio delle armi

mercoledì 21 dicembre 2016 | ore 17.00 - 18.00

ora- silenzio01

Continua la consuetudine dell’ORA DI SILENZIO, quale iniziativa nonviolenta per affermare pubblicamente e per sensibilizzare chi ci sta accanto.

 

MERCOLEDì 21 DICEMBRE ORE 17-18

Piazza Castello, davanti a Via Garibaldi

Vi invitiamo tutte e tutti ad unirVi a noi in questa presenza pubblica, in piazza, in silenzio, per dire NO ALLE GUERRE, NO ALLA PRODUZIONE e AL COMMERCIO DELLE ARMI.

Avremo in loco un lungo striscione, bandiere della pace e della nonviolenza e inoltre a disposizione copie del volantino che vi alleghiamo e che distribuiremo ai passanti.

Contiamo su tutte e tutti voi per avere una presenza sentita e simbolica, un’opportunità per fare qualcosa per dire BASTA GUERRE, BASTA ARMI!

Passate parola tra amici e conoscenti che tengono alla PACE!


PRIMA GLI VENDIAMO LE ARMI
POI “ACCADONO” LE GUERRE
INFINE ARRIVANO I PROFUGHI 

Da anni siamo in emergenza per l’arrivo di decine di migliaia di profughi, ma anziché intervenire sulle cause si continua a fomentare guerre con la produzione e vendita di armi.

L’Italia occupa i primi posti nella produzione esportazione e vendita di armi che finiscono per alimentare guerre e distruzione. Vendiamo armi a paesi in guerra, e paesi che non rispettano i diritti umani.

Nel nostro paese si tagliano risorse alla sanità, trasporti, scuole, messa in sicurezza del territorio, ecc…

Mentre si piange la mancanza di risorse … sprechiamo 65 milioni al giorno per le spese militari.

Le commissioni Difesa e Bilancio di Camera e Senato hanno concluso – in soli 14 giorni – rispettivamente il 26 ottobre 8 novembre 2016 – l’esame dei nuovi programmi di acquisizione armamenti presentati dal Ministero della Difesa esprimendo parere favorevole (contrario solo il gruppo Cinquestelle). 

L’Esercito può quindi procedere con l’acquisto dei primi 50 (di 136) carri armati Centauro 2 prodotti dal consorzio Iveco (Fiat) – Oto Melara (Finmeccanica/Leonardo) al costo di 530 milioni di euro e dei primi 3 (di 48) elicotteri da attacco Mangusta 2 prodotti da Leonardo Elicotteri, ex AgustaWestland (Finmeccanica) al costo di 487 milioni

Il finanziamento dei programmi è a carico del Ministero dello sviluppo economico, integralmente per quanto riguarda gli elicotteri e prevalentemente per i carri armati. 

Forse, se smettessimo di produrre, esportare e vendere armi e destinassimo in altro modo l’equivalente delle spese militari (24 miliardi l’anno), potremmo garantire a tutti una vita dignitosa e attuare finalmente la nostra Costituzione negli articoli 1 e 11:

– L’Italia è una repubblica fondata sul lavoro … e non sulla precarietà

– L’Italia ripudia la guerra … ma noi le abbiamo fatte tutte (Iraq, Somalia, Kossovo, Libia, Afghanistan …)


Movimento Internazionale della Riconciliazione – Movimento Nonviolento
Via Garibaldi 13, Torino – Tel. 011.532824 – [email protected]

Dettagli

Data:
mercoledì 21 dicembre 2016
Ora:
17.00 - 18.00
Evento Category:

Organizzatore

MIR-MN
Email:
[email protected]

Luogo

Piazza Castello
fronte via Garibaldi
Torino,
+ Google Map: