Per un mondo libero da armi nucleari…


senzatomicaLa campagna Senzatomica ha finora manifestato il proprio impegno per il disarmo nucleare attraverso una capillare opera di informazione e sensibilizzazione delle persone, soprattutto attraverso due mostre che sono state allestite in 66 comuni, con oltre 300.000 visitatori, di cui 155.000 hanno espresso il proprio consapevole sostegno firmando a favore di una convenzione per la messa al bando delle armi nucleari. Oltre un milione di persone ha inoltre partecipato agli eventi culturali di vario genere organizzati a sostegno delle mostre.

E’ giunto il momento di assumere una iniziativa più esplicitamente “politica”, di pacifica pressione sul Governo in vista dell’imminente voto sulla risoluzione che chiede l’avvio di negoziati multilaterali per la messa al bando delle armi nucleari. Ecco il testo di una lettera da inviare al presidente del consiglio, al ministro degli esteri e al Rappresentante Permanente d’Italia presso la Conferenza del Disarmo.


Caro Presidente del Consiglio,

Caro Ministro per gli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale,

e Caro Rappresentante Permanente d’Italia presso la Conferenza del Disarmo,

Il 28 Settembre un gruppo di governi ha presentato un progetto di risoluzione per chiedere all’Assemblea generale delle Nazioni Unite di convocare nel 2017 i negoziati per un Trattato che vieti le armi nucleari. È imminente il voto su questo progetto di risoluzione: anche l’Italia dovrà esprimersi.

Finora l’Italia – condividendo le preoccupazioni dei cosiddetti stati nucleari – ha affidato alle armi nucleari (presenti anche sul nostro territorio) il mantenimento della sicurezza nazionale e internazionale: conseguentemente, ha votato NO o si è astenuta dal votare importanti risoluzioni sul disarmo nucleare (70/33, 70/47, 70/48, 70/50).

La mia coscienza di essere umano respinge la possibilità che altri esseri umani, di qualunque paese, possano essere vittime di armi dall’indicibile potere distruttivo, i cui effetti si propagano alle generazioni future e mettono a rischio la sopravvivenza stessa dell’umanità.

Sono certo che, come membro della famiglia umana, anche Lei condivide il desiderio di non testimoniare né sperimentare mai gli effetti delle armi nucleari: del resto, questo desiderio accomuna le dichiarazioni dei rappresentanti sia degli stati nucleari che degli stati non nucleari, ma, soprattutto, esprime il sentire di milioni di cittadine e cittadini nel mondo.

La esorto dunque ad esprimere il sostegno dell’Italia alla Risoluzione per avviare i negoziati multilaterali per la messa al bando delle armi nucleari, affinché il nostro Paese possa in quei negoziati dare il proprio prezioso contributo per un mondo libero da armi nucleari.


Per firmare e inviare la tua lettera, clicca qui


Links utili:

https://wilpfitalia.wordpress.com/2016/08/23/ginevra-giornata-storica-per-il-disarmo-nucleare/

http://www.pressenza.com/it/2016/09/la-societa-civile-deve-tornare-mettere-disarmo-sullagenda-internazionale/

http://www.senzatomica.it/notizie/gruppo-governi-prepara-risoluzione-dare-inizio-alla-negoziazione-un-trattato-sulla-messa-al-bando-delle-armi-nucleari/

http://www.icanw.org/wp-content/uploads/2016/09/71UNGA-Taking-Forward-DRAFT-RESOLUTION-28-SEPTEMBER-2016.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *