La protesta contro lo scudo stellare americano si estende a tutta l’Europa

Martedì 13 maggio Jan Tamas, leader del movimento ceco contro la base radar USA, ha cominciato uno sciopero della fame insieme all’attivista Jan Bednar. 20 città europee – Parigi, Madrid, Roma, Atene, Berlino, Bruxelles, Amsterdam, Copenhagen, Budapest, Zurigo, Tolosa, Malaga, Porto, Colonia, Milano, Trieste e Torino – si sono unite alla protesta portata avanti a Praga. “Le abbiamo provate tutte, ma il nostro governo non ci ascolta e continua a ignorare il fatto che il 70% dei Cechi è contrario all’installazione della base radar USA, come parte del progetto di difesa missilistica” sostiene Jan Tamas. “Non vogliamo una silenziosa occupazione militare del nostro paese, che comprometta il futuro del nostro continente. Chiediamo agli amici di altri paesi di sostenere la nostra lotta, visto che si tratta di una questione europea e non solo locale.” Jan Tamas e Jan Bednar porteranno avanti la loro protesta in un locale nel centro di Praga. A Torino la tenda degli amici dell’associazione “Mondo senza guerre” è in via Garibaldi. La segreteria regionale MIR-MN aderisce alle azioni contro lo scudo stellare, impegnandosi a partecipare a rotazione al digiuno in corso.

www.nonviolence.cz

I commenti sono chiusi.