Nucleare: il frutto proibito

Giorgio Nebbia, “Nucleare: il frutto proibito”, Bompiani, Milano 2007, p. 250

Sembra che l’energia nucleare sia uno dei grandi mali procurati dalla scienza fisica, ma così non è. Giancarlo Nebbia guida il lettore fra i segreti di tale disciplina facendoci capire di che cosa si tratta veramente e di quali implicazioni positive essa abbia nella vita di tutti i giorni. Un percorso che non può non partire dalla bomba atomica e dalla guerra fredda, ma che conduce a vedere come proprio l’energia nucleare possa prevenire il suo uso criminale e bellico. Il volume, dopo aver mostrato quanto necessaria sia la conoscenza nucleare nei settori medico diagnostici e terapeutici, per la definizione delle patologie e per la loro cura, e in quelli artistico-archeologici, per la datazione di opere d’arte e reperti, arriva a trattare le questioni ambientali e dello sfruttamento delle risorse del pianeta.

I commenti sono chiusi.