I manifestanti del Myanmar hanno ottenuto vittorie significative e ora è il momento di raddoppiare la resistenza nonviolenta

AutriceMaria J. Stephan Il brutale attacco dell’esercito contro i manifestanti pacifici ha comprensibilmente scatenato richieste di insurrezione armata. Ma una tale mossa potrebbe far tornare indietro il movimento e visto che I manifestanti del Myanmar hanno ottenuto vittorie significative e ora è il momento di raddoppiare la resistenza nonviolenta. Dal 1° febbraio, quando la leadership … Continua

La foto di Aung San Suu-Kyi di nuovo esposta al Campidoglio di Roma

La sera del 16 marzo, la Sindaca di Roma Virginia Raggi ha incontrato Yi Mon Win Pe, in rappresentanza della Comunità birmana in Italia e Cecilia Brighi, Segretaria Generale di ITALIA-BIRMANIA.INSIEME, in occasione della esposizione della foto di Aung San Suu Kyi al Campidoglio di Roma. La leader birmana, Premio Nobel per la Pace aveva ricevuto … Continua

Birmania: il perché della crisi, i protagonisti, le vie d’uscita

introduce Enzo Ferrara (Centro Studi Sereno Regis) intervengono Cecilia Brighi (Associazione Italia-Birmania Insieme) e Giuseppe Gabusi (TWAI – UniTo) coordina Daniela Bezzi (giornalista) testimonianze di Eleonora Gatti e di Yimon Winpe Diretta in streaming sulla pagina facebook del Centro Studi Sereno Regis immagine di Soe Ko Ko Aung, Myanmar Artist | fonte myanmargraphic.com Con questo … Continua

Come la cultura pop può spiegare il colpo di stato in Myanmar

Autore Akin Olla Come la cultura pop può spiegare il colpo di stato in Myanmar. Il Re Leone della Disney offre uno spunto di riflessione su come funzionino i colpi di stato, le cause e i meccanismi dietro il recente colpo di stato in Myanmar. Intanto che gli Stati Uniti e le altre nazioni occidentali … Continua

Presidio contro la dittatura militare in Myanmar

Il primo febbraio scorso I militari hanno arrestato Aung San Suu Kyi, leader della Lega nazionale per la democrazia (Lnd), il partito che ha trionfato alle elezioni del novembre 2020, preso il potere e annunciato un anno di stato di emergenza in Myanmar, ex Birmania. Il sogno di un Myanmar democratico si è così infranto … Continua

Colpo di stato in Myanmar: inizia la disobbedienza civile

Autrici Giulia Cecchinato e Cristina Tha #SaveMyanmar Proteggeremo la Democrazia. Tatmadaw (n.d.r.: l’esercito) considera prioritario l’interesse nazionale e i diritti dei gruppi etnici. Ci saranno libere elezioni quando terminerà lo stato d’emergenza e le frodi di quelle passate saranno state risolte. Colpo di stato in Myanmar. La giornata di lunedì termina con queste parole del … Continua

Mai più, eppur di nuovo: sa il mondo fermare il genocidio? | The Economist

Il 9 dicembre, al 70° anniversario della convenzione ONU sul genocidio, i suoi fallimenti sono tragicamente evidenti. 6 dic. 2018 – Accovacciata sulla stuoia di un’agenzia ONU per i profughi, aggrappata alla sua languida piccola di due anni, Setera Bibi racconta la sua storia. L’anno scorso, alle 4 di mattina del 25 agosto, questa 23enne … Continua

Sentenza del Tribunale Permanente dei Popoli: la tragedia dei Rohingya è genocidio | Ali MC

In Settembre, il Tribunale Internazionale Permanente dei Popoli ha sentenziato la crisi in corso dei Rohingya inequivocabilmente come genocidio, denunciando l’utilizzo del termine pulizia etnica da parte delle Nazioni Unite come “eufemismo” con “nessuna base nel diritto internazionale”. Dopo un’udienza di una settimana all’Università della Malaya [=Malaysia peninsulare, ndt], il giudice Daniel Feierstein ha dichiarato … Continua