Il contesto importa, ma non per i palestinesi | Richard Falk

Proviamo giusto a immaginare la reazione israeliana a un piano di pace avanzato da un futuro presidente USA eletto per portare avanti l’agenda della ‘squadra’ [di autoproposti mediatori, ndt], che appena insediatosi nomini alla guida delle proprie mosse in Medio Oriente Noam Chomsky, il capo del CAIR [Consiglio per i Rapporti US-Islam, ndr], e Medea Benjamin. … Continua

Responsabilità di Proteggere e travaglio palestinese: ONU umiliata | Richard Falk

Il testo seguente farà parte di un’imminente tavola rotonda su La responsabilità di proteggere e la Palestina, ospitata sul sito web del Beirut Forum, con saggi da varie autorità accademiche: Ghassan Abu-Sittah (AUB), Irene Gendzier (Boston emr.), Siba Grovogui (Cornell), David Palumbo-Liu (Stanford), Ilan Pappe (Exeter), Vijay Prashad (Tricontinental Institute), Mazin Qumsiyeh (Bethlehem) e Chiara … Continua

Documentario | BORDERMINDPROJECT#3 | Archivissima 2019

Nuove Transizioni nei Territori Occupati Palestinesi ll documentario restituisce sullo schermo l’esperienza teatrale della compagnia Anticamera Teatro che da diversi anni lavora nei Territori Occupati Palestinesi, portando il teatro nei campi profughi e nei centri culturali palestinesi tra i giovani e gli adulti. Il film si concentra sulle possibilità. Ogni strada è un possibile cammino. … Continua

Sappiamo immaginare la pace per la Palestina? | Richard Falk

In attesa senza aspettative positive dell’accordo del secolo di Trump, il travaglio palestinese si dipana giorno dopo giorno. Molti israeliani vorrebbero farci credere che la lotta palestinese per l’autodeterminazione sia stata sconfitta, e che è ora d’ammettere che Israele è il vincitore e la Palestina la perdente. Avvenimenti recenti abbozzano un quadro diverso. Ogni venerdì … Continua

L’altra prigione all’aperto della Palestina | Jalal Abukhater

Ecco che cosa deve affrontare un/a residente cisgiordano/a ogni volta che tenta di uscire di casa. Sotto un assedio debilitante da più di un decennio, Gaza è giustamente dichiarata la maggior prigione a cielo aperto al mondo. Ma ce n’è un’altra, simile, in Palestina, meno ovvia perché patisce un altro genere di assedio, non dichiarato … Continua

Questo non è far rispettare la legge – è un crimine di guerra | Amos Gvirtz

Non è stato fatto nel furore della battaglia che siano stati espulsi da Israele nel 1951. Così, di nuovo, non è nel furore della battaglia che la IDF [Forza di Difesa Israeliana] stia programmando di distruggere tutte le case nel villaggio e scacciarne tutti i membri della tribù Jahalin che vivono a Khan Al-Akhmar. Ancora una volta … Continua