In ripetizione aggiornata della rincorsa per la guerra in Iraq, i media giubilano per l’assassinio di Soleimani | Alan Macleod

Con gli echi dell’Iraq, i media stanno ancora una volta incoraggiando un attacco contro un paese del Medio Oriente sulla base di un presunto imminente sciopero contro gli Stati Uniti. Venerdì 3 u.s. di primo mattino, un attacco aereo USA ha assassinato il generale iraniano Qasem Soleimani in uscita in auto dall’aeroporto internazionale di Baghdad. … Continua

Gli assassinii ordinati da Trump: infrazione crudele e inumana al diritto internazionale | Mairead Maguire

Comunicato stampa – 4 gennaio 2020 Il 3 gennaio 2020, il generale iraniano Qasem Soleimani, capo della milizia irakena Abu Mahdi al-Muhandis, e almeno altre sei persone sono state assassinate da un drone militare USA con un attacco missilistico all’aeroporto di Baghdad. I crudeli assassinii sono stati direttamente ordinate dal presidente Trump, illegali, immorali e … Continua

Trump getta benzina sul Medio Oriente | Alfonso Navarra

Il raid di inizio 2020 (la notte del 3 gennaio) a Bagdad, deciso dal presidente USA per l’uccisione del generale iraniano Qasem Soleimani, una figura di grande calibro, ha con ogni probabilità dietro l’ala dura pro Israele del Pentagono e rende la situazione in Medio Oriente, già incandescente (siamo già nel pieno di numerose guerre!), … Continua

L’omicidio del generale Soleimani: la posta in gioco | Alberto Negri

Il nuovo anno americano si inaugura con un altro sconcertante capitolo della destabilizzazione permanente del Medio Oriente voluta da Washington: altro che ritiro degli Stati Uniti dalla regione! Colpire al cuore il regime iraniano e assestare una mazzata all’apparato di sicurezza sciita in Iraq. Uccidere il generale iraniano Qasem Soleimani e il suo braccio destro … Continua

Crisi con l’Iran: pericoli e opportunità | René Wadlow

Si è sovente citato che i caratteri cinesi per “crisi” sono una combinazione dell’ideogramma per “pericolo” e per “opportunità”. Ciò vale oggi pure per la crisi dell’Iran. I pericoli sono evidenti e presenti da qualche tempo. La regione del Golfo Persico è da molto uno dei punti infiammabili del conflitto in Medio Oriente. L’importanza strategica della … Continua

Al SIPRI parla il ministro degli esteri dell’Iran – e i media non colgono | Jan Oberg

Il 21 agosto2019 il ministro degli esteri dell’Iran, Dr. Javad Zarif, ha tenuto una conferenza al SIPRI, Stockholm International Peace Research Institute. Zarif ha parlato lungamente, senza copione, il modo particolareggiato e riferendosi a fatti storici della regione e del conflitto, in base a una struttura coerente di teorie, concetti e interpretazione, che, presi nell’insieme, … Continua

Trump costringe l’Iran a seguire l’esempio pericoloso della Nord-Corea | Amy Goodman & Denis Moynihan

“Asse del Male” è espressione che apparve la prima volta nel discorso dell’ex-presidente George W. Bush sullo Stato dell’Unione nel gennaio 2002, descrivendo l’Iraq, l’Iran e la Nord-Corea pochi mesi dopo gli attacchi dell’11 settembre. Quattordici mesi dopo quel discorso, gli Stati Uniti invasero l’Iraq, rimanendoci tuttora in guerra 16 anni dopo. Ora, il presidente … Continua

Verso il bordo della guerra: Provocare l’Iran per che cosa? Per chi? | Richard Falk

L’intervista seguente con il giornalista iraniano Javad Hieran-Nia è stata pubblicata in Iran insieme al Middle Scholar’s Statement sulla politica iraniana di Trump. I link sottostanti sono tratti dalle pubblicazioni iraniane Mehr News e Tehran Times. https://www.tehrantimes.com/news/437517/Impossible-to-predict-where-Trump-will-go-with-Iran-policy-Falk https://www.tehrantimes.com/news/437548/Attack-on-Iran-would-be-an-unmitigated-disaster-for-all https://en.mehrnews.com/news/146956/American-attack-on-Iran-would-be-an-unmitigated-disaster-for 1^ Domanda: Pensa che la campagna di massima pressione sull’Iran sortirà il risultato cercato da Trump? … Continua