Dalle ceneri di Moria sta nascendo un nuovo mostro | Athanasia Kontocristou

Moria non c’è più. Il simbolo del nostro odierno campo di concentramento è oramai cenere. L’incendio è cominciato il 9 settembre e per 2 giorni sono bruciati sia il campo ufficiale sia la giungla, gli uliveti. Chi ha appiccato l’incendio? I 6 afghani che sono stati arrestati per distruggere il loro inferno? Possibile, ma essi … Continua

Un racconto da Lesbo | Athanasia Kontocristou

Mi chiamo Sia, sono greca e abito a Lesbo da più di un anno e mezzo. Ho scelto di  vivere  qua per due ragioni, primo perché faccio un dottorato all’Università dell’Egeo sul femminicidio, analizzando le somiglianze e le differenze del fenomeno in Italia e in Grecia. Poi, ho scelto Lesbo perché faccio la volontaria per … Continua

Nato il “Comitato Torino per Moria” con un appello. Tra i promotori anche il Centro Studi Sereno Regis

Ecco l’appello promosso dal Comitato Torino per Moria. Un appello rivolto alle istituzioni, alla politica e all’Europa. Un appello accorato che muove i suoi passi sui sentimenti, quelli della ragionevolezza, della giustizia e dell’umanità. L’Appello «Ogni individuo ha il diritto di cercare e godere in altri paesi asilo dalle persecuzioni». Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, Articolo 14 … Continua

A Lesbo finisce l’Europa | Annalisa Camilli

È il “lunedì puro” a Lesbo, la fine del carnevale per gli ortodossi: è festa, non si lavora, si organizzano dei picnic con la famiglia, si mangia pane azzimo e si fanno volare degli aquiloni colorati. Ai bordi delle strade di Mitilene, il capoluogo dell’isola, gli ambulanti vendono pesci volanti di carta, soli colorati con … Continua

Distrazioni che non possiamo permettere e permetterci | Marco Labbate

E’ improbabile che oggi, mentre siamo reclinati sui nostri mali, la situazione dei profughi siriani riceva più di una distratta attenzione. E per carità il Coronavirus è una cosa seria: meno seria delle emergenze che attanagliano alla gola altre parti del mondo, meno di quelle che non vogliamo vedere, come il cambiamento climatico, ma comunque … Continua

Una carovana di solidarietà per i rifugiati curdi in Grecia

Il 12 marzo 2020 una carovana composta da persone, student*, lavoratrici.ori e attivist* provenienti dalle realtà di Manituana, Studenti Indipendenti e CSOA Gabrio partirà per i campi autogestiti di Lavrio, in Grecia, per portare sostegno umanitario ed economico.  Questi campi, costruiti nel 1947 per i minatori, ospitano ora rifugiati prevalentemente curdi, costretti ad abbandonare Siria … Continua