La Questione Palestinese – Storia di un’oppressione quotidiana

print

Il 29 novembre è una data importante per il popolo Palestinese.

In questa data nel 1947, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottò una risoluzione chiamata “il piano di partizione” che divideva la Palestina in uno Stato Ebraico e uno Stato Arabo.
A seguito di questa risoluzione, più di 700,000 Palestinesi scapparono o furono espulsi dalle proprie case, durante la Guerra di Palestina del 1948 (Nakba) e più di 400 villaggi palestinesi furono distrutti. Oggi, 8 milioni di Palestinesi vengono oppressi e i loro diritti umani basilari vengono violati quotidianamente a causa dell’occupazione.

In questa occasione, Giosef Torino e il Centro Studi Sereno Regis presentano l’evento online “La questione palestinese: storia di un’oppressione quotidiana”.

Gli obiettivi di questo evento si legano alla crescente inconsapevolezza, specialmente tra i/le giovani, riguardo a questa situazione in continua evoluzione. Attraverso questo evento vogliamo introdurre i/le giovani italiana ed europea alla questione palestinese e mostrare le quotidiane violazioni dei diritti umani causate al popolo palestinese dall’occupazione israeliana e quali azioni possano essere prese per supportare la resistenza del popolo palestinese.

La storia di un intero popolo sarà narrata attraverso la voce di quattro ospiti esclusivi: Basil Farraj, Anwar N, Gabriele Proglio e Monica Maurer.

Basil Farraj è un PhD candidate in Antropologia e Sociologia al the Graduate Institute of International and Development Studies di Ginevra, Svizzera. Il suo lavoro si concentra sulla tortura, la violenza e le prigioni. In passato, ha svolto ricerche sul campo in Cile, Colombia e Palestina.

Anwar N. è una studentessa e attivista italo-palestinese. Fa parte dell’associazione studentesca“Progetto Palestina”all’Università di Torino, che promuove il boicottaggio accademico delle università israeliane complici.

Gabriele Proglio è un ricercatore di Storia Moderna e Contemporanea, con un dottorato in Storia Moderna. Ha collaborato con Università in California, Portogallo, Tunisia e Turchia. Il suo lavoro si concentra sullo studio dei confini, mobilità e migrazioni nel Mediterraneo.

Monica Mauer è una giornalista, regista e produttrice. Sin dagli anni ’70, il suo lavoro riflette il suo impegno politico e culturale contro il razzismo e l’ingiustizia sociale. Per 7 anni, ha curato il festival mensile Cineforum Palestina.


L’evento si terrà online il 29 novembre alle ore 18 sulla piattaforma Zoom
e verrà condiviso in diretta su Facebook.

L’intero evento sarà in italiano con traduzione in inglese.

DI seguito il link per la registrazione all’evento Zoom:

https://us02web.zoom.us/…/tZAkcO…


Dopo la registrazione riceverete una mail di conferma che conterrà le informazioni necessarie per partecipare all’evento.

Avrete la possibilità di fare domande ai/alle nostr* espert*, tramite la piattaforma Zoom o commentando il video durante il live streaming su Facebook. La registrazione dell’evento sarà disponibile online con i sottotitoli in inglese anche dopo la diretta.


The 29 th November is a crucial date for the Palestinian people.

On this date in 1947, the UN General Assembly adopted a resolution called « the Partition Resolution », which divided Palestine into a Jewish State and an Arab State. Following that more than 700,000 Palestinians fled or were expelled from their homes, during the 1948 Palestine war (Nakba) and more that 400 Palestinian villages were destroyed.

For this point on, the history of the Palestinian people would be forever changed. Today, more than 8 million Palestinians are being oppressed, and their basic human rights are being violated on a daily basis by the occupation.

In this occasion, Giosef Torino and the Centro Studi Sereno Regis present the online event “The Palestinian Cause: a day by day oppression”.

The goals of this event are linked to the lack of awareness, especially among young people, of this ever-changing situation. Through this event we would like to introduce the Italian and European youth to the Palestinian cause and showing the daily human rights violations caused to the Palestinian people by the Israeli occupation and what action can be taken.
The story of an entire people will be told through the voices of four exclusive speakers: Basil Farraj, Anwar N, Gabriele Proglio and Monica Maurer.

Basil Farraj is a PhD candidate in Anthropology and Sociology at the Graduate Institute of International and Development Studies in Geneva, Switzerland. Basil’s work centres around torture, violence and prisons. He has previously carried out fieldwork in Chile, Colombia and Palestine;

Anwar N. is a Palestinian-Italian student and activist. She is a part of the Progetto Palestina student group at the University of Turin promoting the academic boycott of complicit Israeli universities.

Gabriele Proglio is an Assistant Professor of Modern and Contemporary History, with a PhD in Modern History.
He collaborated with Universities in California, Portugal, Tunisia and Turkey. His work revolves around the study of borders, mobilities and migrations in the Mediterranean.

Monica Mauer is a journalist, film-maker and producer. Since the Seventies, her work reflects her political and cultural engagement against racism and social injustice. She curated for 7 years the monthly Cineforum Palestina.


The event will take place online on the 29th of November at 6 p.m. CET. via Zoom platform
and will be shared live on Facebook, it will be in Italian, but an English translation will be available.

Registration link:
https://us02web.zoom.us/…/tZAkcO…


After the registration you will receive a confirmation email that will have all the necessary information to participate.

Connect online (on Zoom or Facebook) to have the chance of asking our experts questions!

The event recording will be available online with English subtitles after the livestream.

Mostra meno