Cultura è Memoria.
Sensibilizzazione.
Cura del patrimonio.

                      

Tahar Ben Jelloun, scrittore marocchino, pensa che con la cultura si impari a vivere insieme. E noi siamo d’accordo con lui. Specialmente in questo periodo, dove tutto è “emergenza”, “crisi” e “rilancio”, dove tutti sembriamo distanti.

Dunque “esercitiAMO LA CULTURA di pace”, tenendo viva ogni sua forma e sentendoci stretti in un unico abbraccio.

Per quest’anno, sui redditi del 2020, puoi farlo destinando il 2×1000 al Centro Studi Sereno Regis inserendo il CF 97568420018 nel riquadro delle associazioni culturali. Si tratta di una scelta aggiuntiva, non alternativa.

Si può quindi continuare a destinare il proprio 5×1000 a chi si vuole (compreso il nostro Centro Studi ovviamente!).

Con il dono del 2×1000 sostieni:

  • i nostri progetti nelle scuole di educazione alla pace;
  • la nostra attività di ricerca e di documentazione sulla storia passata e recente, locale e internazionale;
  • le attività della Biblioteca e dell’Archivio;
  • i corsi di formazioni per insegnanti, educatori e cittadini;
  • le nostre proiezioni

Il rendiconto di come questi fondi sono stati usati nell’unico anno in cui il 2×1000 è stato attivo dimostra che con queste donazioni il Centro è riuscito ad andare avanti su molti fronti. Siamo davvero felici di poter sfruttare ancora questa possibilità. Siamo certi che la tua donazione del 2×1000 possa riparare in parte il danno subito dal Centro in questi lunghissimi mesi di incertezza e farci ritrovare l’amore per una Cultura a tutto tondo.

Grazie per il tuo gesto di affetto e vicinanza!


Come si fa!

…per il 5×1000

Per esprimere la scelta a favore di una delle finalità destinatarie della quota del cinque per mille dell’IRPEF, il contribuente deve apporre la propria firma nel riquadro corrispondente. Il contribuente ha inoltre la facoltà di indicare anche il codice fiscale di un soggetto beneficiario. La scelta deve essere fatta esclusivamente per una sola delle finalità beneficiarie.

…per il 2×1000

Per esprimere la scelta a favore di una delle associazioni culturali destinatarie del due per mille dell’IRPEF, il contribuente deve apporre la propria firma nel riquadro, indicando il codice fiscale del soggetto beneficiario. La scelta deve essere fatta esclusivamente per una sola delle associazioni beneficiarie.