Attenzione agli Esperti! | Naresh Jotwani

Il mondo – o almeno larga e predominante parte di esso! – è incredibilmente gestita da cosiddetti “esperti”, ogni tanto soprannominati giustamente come “tecnocrati”. I loro ambiti di “competenza” sono molti, e la loro lista sta crescendo sempre più costantemente. La questione è, università e istituti di ricerca dovrebbero essere visti come “tedofori” dello sviluppo, … Continua

Possiamo “TRASCENDERE” la guerra civile americana? | Diane Pearlman

Se solamente crescesse una globale consapevolezza che tutte le divisioni e scissioni sono dovute alla divisione degli opposti nella psiche, forse sapremmo dove cominciare C. G. Jung Una guerra civile sta crescendo negli Stati Uniti dati gli attacchi alla democrazia senza precedenti del presidente Trump, che sta piantando bombe pronte ad esplodere. Come abbiamo raggiunto il … Continua

La politica degli scioperi della fame | Richard Falk

Prima parte della mia Prefazione a A Shared Struggle: Stories of Palestinian and Irish Hunger Strikes, di Norma Hashim & Yousef M. Aljami, e pubblicata come articolo d’opinione da PoliticsToday il 27.10.20. Durante i miei 6 anni come Special Rapporteur ONU per la Palestina Occupata, trovavo fastidioso il silenzio dei media occidentali sugli scioperi della … Continua

Prevenzione dell’estremismo violento o aiuto allo sviluppo dei media? | Jake Lynch

La caratteristica ideologia della Guerra al Terrorismo è stata riassunta da Richard Perle, falco dell’era di Reagan che al tempo dei dirottamenti suicidi dell’11 settembre [2001] dirigeva il think-tank interno al Pentagono Defense Policy Board. “Dobbiamo decontestualizzare il terrore/ismo” intonava. “Qualunque tentativodi trattare le radici del terrorismo è un tentativo di giustificarlo. Dev’essere semplicemente combattuto e distrutto”. Il giorno dopo … Continua

Perché gli USA sono in caduta – e più velocemente di quanto ci si possa aspettare: una predizione di 40 anni fa che si avvera | Jan Oberg

La posizione unica, dominante degli Stati Uniti nel mondo post-1945 è ben nota. La mantengono grazie sia a un grandissimo capitale storico di buona volontà e di previa gloria agli occhi di generazioni un po’ in tutto il mondo, sia a militarismo e imperialismo rampanti che hanno distrutto la buona ‘America’ che solevano essere. La maggior divisione al … Continua

Ancora oggi quiete e inquietudine della Napoli di Giancarlo Siani | Benedetta Pisani

“Ué, lo sai che Giuseppe tiene il coltellino in tasca?”, dice Ciro – di dodici anni – a mia sorella. Domenica mattina, Rione Materdei. Alessandra non era lì per caso. Voleva portare testimonianza fotografica di quella realtà “parallela” eppure così vera e presente. Le è parso di essere catapultata senza pietà in una Napoli antica, … Continua

In quale mondo stiamo per entrare? | Johan Galtung

Non so; ma penso di saperne qualcosa… Almeno penso, quindi mi può capitare di sapere… Non un mondo di stati-nazione. Han fatto il loro tempo, salvo i più grandi. In maggioranza sono semplicemente troppo piccoli. Uno stato riguarda il potere di controllo, mediante un’organizzazione cui ci si riferisce pure con il termine stato; lo stato … Continua