Disarmo nucleare

redazione

Francesco Vignarca, Disarmo nucleare, Altreconomia, Milano 2023, pp. 187, € 16,00

La copertina del libro

Forse mai come oggi il mondo pare davvero sul punto di avvicinarsi a una catastrofe nucleare: ecco perché il tentativo di smantellare gli arsenali pieni di testate atomiche dovrebbe essere percepito come un’imprescindibile missione politica.

Le recenti crisi internazionali hanno infatti riportato sotto gli occhi di tutti i rischi dell’utilizzo di armi nucleari: una vera e propria “minaccia esistenziale”, una escalation che, se innescata, potrebbe portare alla distruzione quasi completa dell’umanità.

Il pericolo derivante dagli arsenali dei Paesi che possiedono testate nucleari ha origine dalla Guerra fredda e continua dunque a essere un rischio quanto mai concreto. Questo libro ricostruisce l’evoluzione delle armi nucleari, con i numeri aggiornati delle testate, i loro depositi in Europa, il pericolo della “teoria della deterrenza”, le modalità di funzionamento del cosiddetto “bottone rosso” e l’impatto devastante che porterebbe con sé una guerra atomica. E, di conseguenza, racconta la storia e le prospettive del disarmo nucleare, in particolare in relazione alla campagna «Italia, ripensaci».

Un capitolo è dedicato alle voci dei principali esponenti del movimento per la messa al bando delle armi nucleari: Setsuko Thurlow, Beatrice Fihn, Tim Wright, Susi Snyder, Lisa Clark, Daniele Santi, Ray Acheson e papa Francesco.


 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.