Luigi Trafelli al Centro Studi Sereno Regis

Franca Podo

Donazione alla Biblioteca del Centro Studi Sereno Regis di un Fondo Storico della Saggistica di Luigi Trafelli (1881-1942). Macrotema “Pace e Nonviolenza” (in ricordo delle sorelle Carla e Franca Podo)

Luigi Trafelli, matematico, fisico e pacifista. Nettuno 07/06/1881 – Nettuno 10/12/1942

La Saggistica di Luigi Trafelli (1913-1938)

Nell’estate di sei anni fa Enrico Peyretti mi telefonò preannunciando la sua prossima pubblicazione per questo Sito della recensione al libro XX Secolo dopo Cristo – Ubi Christianus? (Experimentum crucis) [1] scritto da Luigi Trafelli (Nota 1) durante il servizio militare nella prima guerra mondiale e riedito nel febbraio 2018 in Albatros [2], a cura di Carla e Franca Podo (Nota 2).

La pregnante e acuta recensione di Enrico Peyretti sotto il titolo Chiesa e guerra. Dove sono i Cristiani? [3], è stata la prima a fare rivivere nel nostro secolo l’interesse per Ubi Christianus?, il primo libro scritto da un pacifista italiano nel ‘900 [4].

La 2a riedizione di Ubi Chistianus?, pubblicata nel maggio 2022 [5], poco dopo l’inizio dell’invasione russa in Ucraina, ha riproposto la provocatoria domanda “Dov’è il cristiano?”, alla luce della irriducibile inconciliabilità tra la guerra (qualsiasi guerra) e i principi fondanti del cristianesimo. Questa domanda viene reiterata ed amplificata in questi anni 2023-24, in cui assistiamo al dilagare dei conflitti armati e degli eccidi in Medio Oriente.

Nella Prefazione alla 2a riedizione di Ubi Christianus? Paolo Ricca, teologo della Chiesa Valdese, si chiede: “Ma perché parlare oggi di colui che un secolo fa ha sollevato la domanda temeraria “Dov’è il cristiano?” e risponde: “Perché Luigi Trafelli non appartiene al passato ma al futuro”, aggiungendo poi: ”Si dovrà riparlare di lui, perché ha visto, intuito e detto delle cose con cui il cristianesimo, in tutte le sue espressioni deve ancora fare i conti, finora elusi dopo venti secoli di storia. Perciò Trafelli non ci parla dal passato, ma ci chiama da un futuro che il cristianesimo, forse, conoscerà, se avrà finalmente il coraggio di prendere sul serio … tutta una serie di questioni relative alla costruzione della pace in un mondo da sempre dilaniato dalle guerre.”

Nel ventennio tra le due guerre mondiali, in contrasto con le crescenti sopraffazioni di violenti regimi totalitari in Italia e in parte dell’Europa, Luigi Trafelli continuò con tenacia a scrivere, pubblicare e distribuire personalmente, in Italia e all’estero, una serie di saggi a sostegno degli alti valori della libertà dello spirito e della pace, alla luce degli ideali della cultura umanistica e della metànoia evangelica.

Nel suo libro Sotto il segno della pace, Edmondo Marcucci ricorda l’instancabile, “martellante” denuncia di Luigi Trafelli del “grande “Equivoco” che ancora flagella la società: quello di dirsi “cristiani” mentre si calpestano, dandone giustificazione, i valori genuini del Vangelo, con le chiese mondanizzate, con le guerre, con le violenze, le ingiustizie,le brutture di ogni sorta….. “ [6].

Oltre all’originalità dei contributi di Trafelli all’evoluzione della cultura della pace nel XX secolo, il lettore odierno riconosce nella sua saggistica l’anticipazione dei principi basilari dell’articolo 11 della Costituzione italiana e dei nuovi orientamenti pastorali della Chiesa post-conciliare.

L’interesse ridestato oggi da Ubi Christianus? [2,5] e da altri cinque saggi di Trafelli recentemente riediti a cura di Carla e Franca Podo [7,8], insieme ad alcune coinvolgenti recensioni scritte da nostri contemporanei [3, 9 a)-c), 10] hanno incoraggiato il compito di catalogare ed inquadrare nel suo contesto storico l’intera Saggistica di Trafelli nel periodo 1913-1938.

Tra i principali saggi di Trafelli desidero qui ricordare, oltre a Ubi Christianus?, una serie di altri suoi scritti particolarmente interessanti per le tematiche della pace e della nonviolenza e per gli alti valori della libertà dello spirito:

  • Programma di classe – Porro unum necessarium… ! (Padova, 1919) [11] in cui Trafelli riportava già negli anni 1910-1919 una serie di polemiche riflessioni riguardo alle gravissime problematiche dell’Italia di inizio secolo, quali la questione del mezzogiorno, la questione agricola, l’emigrazione, l’analfabetismo, etc. A questo proposito Trafelli acutamente notava come le esigenze finanziarie di tutti quei problemi sociali e politici erano di certo di gran lunga inferiori alle esorbitanti, non produttive, anzi “spaventevoli” spese per la guerra, passate “sotto il nome rassicurante di manutenzione della pace armata”. L’odierno lettore non potrà fare a meno di apprezzare (mutatis mutandis) la vivissima attualità di quelle constatazioni!
  • Idee Scientifiche e Umane attraverso Tempi e Scuole – Saggio di Studi Lucreziani (Cairo, 1923) [12], in cui Trafelli raccolse e commentò per i suoi allievi liceali tutti i versi (circa 500) in cui Lucrezio Caro precorreva nel De rerum natura alcuni concetti della fisica e della biologia moderna. Di forte suggestione per l’odierno lettore è anche l’ultimo Capitolo, intitolato “Pietà epicurea (Guerra e Pace)”.
  • Dottrina di Cristo – Haceldam (Roma, 1924) [13], in cui Trafelli presenta, in consonanza con i “commenti consoni” di alcuni contemporanei quali Ernesto Buonaiuti e Giovanni Papini, le sue riflessioni sugli alti valori della rivoluzionaria metànoia evangelica, così spesso “tradita” da indebite simbiosi delle Chiese “cosiddette” cristiane con i poteri del mondo;
  • Terzo Centenario Segneriano – Dopo trecento anni P. Paolo Segneri S. J. ritorna contro la Ragion di Stato [14], in cui Trafelli, nell’anno stesso del delitto Matteotti, apertamente assimilava la martellante “propaganda” di Mussolini “Non si può, non si deve esitare un minuto solo a sacrificare un uomo… quando è in giuoco l’esistenza nazional..” all’ “expedit ut unus moriatur homo, pro populo” di Caifa (Giovanni, 11.50);
  • Dalla Dottrina di Cristo al Catechismo (Roma, 1926) [15] e le rispettive traduzioni in tedesco (Wir, Bürger von Reiche des Satan (Wien, 1927) [16]), francese (Nous, Citoyens du Royaume de Satan (Paris, 1929) [17]) ed inglese (Are we really Christians? (London, 1932) [18]), successivamente riunite dall’autore stesso nel libro-raccolta intitolato Spirito Spirante ai Quattro Venti (Roma, 1932) [19]. Con la distribuzione (anche personale) di questi libri e di loro estratti di stampa nelle città di diversi Paesi (Austria, Germania, Francia e Inghilterra) l’autore si proponeva di diffondere a livello europeo “la speranza salvatrice che tutti i figli dello stesso Padre – cancellate le ataviche stigmate della delinquenza di Caino – sappiano riconoscersi fratelli nei connotati che rivelano la divina origine del Padre comune”.

Negli anni successivi, quando il Paese già scivolava verso gli orrori della seconda guerra mondiale, Trafelli fu costretto a rivolgersi quasi esclusivamente a case editrici estere per la pubblicazione di suoi nuovi saggi, quali Il Testamento di Cristo ritrovato e pubblicato (1934), stampato a Ginevra [20] e due monografie intitolate Je répète ici la parole, que l’on ne doit pas taire … (1935) [21] e L’Encyclique testamentaire de l’île de deportation et de martyre du Pape Léon XIV (1938) [22], entrambe tradotte dall’italiano in francese da Gabriel Gobron e pubblicate dalle Editions Ambiorix, Rethel (Ardennes).

Nel 1938, nella serenità della “sopravveniente sera”, Trafelli raccolse undici dei suoi saggi più significativi in un libro a cui dette il titolo “La mia Testimonianza” e il sottotitolo “Mein Kampf!” [23], in temerario contrasto con il Mein Kampf di Adolph Hitler. Nella sua Prefazione a quest’ ultimo suo libro Trafelli così riassumeva la propria vita: “Pensai, scrissi, stampai, …. solo, libero, fedele allo Spirito, che si identifica col mistero stesso di Dio”.

L’eccezionale capacità di Trafelli di coniugare il costante impegno morale con la rigorosa vocazione per le scienze fisiche, matematiche e naturali, emerge chiaramente da una lettura integrata della sua Saggistica con quella dei suoi scritti scientifici (1903-1938). Per quest’ultimo aspetto si rinvia al suo libro-raccolta dal titolo Meditazioni di un solitario: sopra diversi argomenti di scienza pura o applicata (Roma, 1938) [24].

La donazione di un Fondo storico della Saggistica di Luigi Trafelli alla Biblioteca del Centro Studi Sereno Regis di Torino

Il progressivo aumento di devastanti conflitti bellici in diverse aree del pianeta ravviva ai nostri giorni il rinnovato interesse per la figura di Luigi Trafelli e per gli alti messaggi culturali ed etici dell’intera sua Saggistica. Questo prezioso patrimonio librario, conservato presso la nostra biblioteca di famiglia a Nettuno, comprende 25 titoli (20 nel formato di stampa originale (1913-1938) e 5 riedizioni recenti (2018-2022)).

Ricerche sul portale del Sistema Bibliotecario Nazionale (https://opac.sbn.it/ricerca-avanzata#1692781019501) mostrano che soltanto 16 di questi 25 titoli sono oggi disponibili in 41 biblioteche italiane (ciascuna delle quali può vantarne una disponibilità variabile da 1 a 6 titoli) (Nota 3).

Su queste basi è maturato nel mio animo il proposito di donare al Centro Studi Sereno Regis – polo culturale di primaria importanza per la cultura della pace e della nonviolenza in Italia e in Europa – un Fondo librario storico “Luigi Trafelli”, costituito da un set completo di esemplari (nel formato di stampa originale) dei 25 titoli della sua Saggistica conservata nella nostra biblioteca di famiglia.

Con questa donazione, effettuata lo scorso mese di novembre anche nel ricordo di mia sorella Carla, ho avuto il piacere e l’onore di affidare al Centro Studi Sereno Regis questo prezioso patrimonio librario, unico nel suo genere, al fine di a) garantirne la diffusione culturale tra le presenti e le future generazioni e b) di consentirne l’accesso da parte di studenti e studiosi interessati all’approfondimento delle  tematiche della pace e della nonviolenza in Italia e in Europa nella prima metà del ‘900.

Roma, 25 aprile 2024

Franca Podo


NOTE

Nota 1

La figura e le opere di Luigi Trafelli vengono qui ricordate in due allegati:

1)Biografia ed Opere di Luigi Trafelli (1881-1942)”. Relazione a cura di Franca Podo (Roma, 3 novembre 2023), con Appendice dal titolo “Eventi in memoria di Luigi Trafelli e recenti recensioni/prefazioni dei suoi libri”.

Scarica l’Allegato 1:

2) “Luigi Trafelli: Scritti scientifici e Saggi storico-filosofici (1903-1938)”. Relazione a cura di Franca Podo (Roma, 3 novembre 2023).

Scarica l’Allegato 2:

Nota 2

Carla e Franca Podo, ultime pronipoti di Luigi Trafelli, hanno avuto il privilegio di potere accedere, sin dalla loro prima giovinezza, alle opere di Luigi Trafelli, conservate a Nettuno nella biblioteca di famiglia dei nonni materni, Luigi Ottolini (1976-1963) e Assunta Trafelli Ottolini (1883-1972) e dello zio Roberto Ottolini (1907-1990). Gli scritti scientifici e i saggi storico-filosofici pubblicati da Luigi Trafelli negli anni 1903-1938 e trasferiti da Roma a Nettuno dopo la sua morte, furono fortunatamente recuperati dalla famiglia in mezzo alle macerie lasciate dallo sbarco alleato sulla costa Anzio-Nettuno nel 1944.

Carla Podo (Roma, 1942-2017) è stata profonda studiosa del diritto penale, una delle prime donne-magistrato in Italia (sin dal 1971) e Consigliere di Cassazione dal 2000 al 2006.

Franca Podo, nata a Roma nel 1944, laurea in Fisica (Roma, 1967), ha svolto dal 1969 al 2009 ricerche in biofisica, biochimica fisica, imaging molecolare e oncologia sperimentale presso l’Istituto superiore di Sanità (Roma), dove è stata dirigente di ricerca e leader di progetti multicentrici nel campo della salute, a livello italiano ed europeo.

Nota 3

Sei titoli della saggistica di Luigi Trafelli sono presenti presso la Biblioteca Universitaria Alessandrina di Roma; quattro presso la Biblioteca dell’Istituto veneto di scienze, lettere ed arti di Venezia; tre presso ciascuna delle due Biblioteche nazionali centrali di Firenze e di Roma; tre presso la Biblioteca di FilosofiaSapienza, Università di Roma; presso la Biblioteca della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice, Roma; presso la biblioteca della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani – Gardone Riviera (BS) e la biblioteca della Fondazione Benedetto Croce di Napoli; e soltanto uno o due titoli sono presenti presso le altre 33 biblioteche italiane che possono oggi vantare la disponibilità di saggi di Trafelli.

Con la presente donazione, la Biblioteca del Centro Studi Sereno Regis di Torino ha acquisito un Fondo storico librario “Luigi Trafelli” comprensivo di tutti i 25 titoli della sua Saggistica (20 nel formato di stampa originale del XX secolo e 5 nelle riedizioni pubblicate ai nostri giorni a cura di Carla e Franca Podo).

BIBLIOGRAFIA

  1. Luigi Trafelli. XX Secolo dopo Cristo – Ubi Christianus? (Experimentum crucis). Brossura editoriale, Officina Grafica Cooperativa, Pistoia, MXMXVII, 123 p.
  2. Luigi Trafelli. XX Secolo dopo Cristo – Ubi Christianus? (Experimentum crucis). Gruppo Albatros Il Filo – Le NuoveVoci, Roma, ISBN 978-88-567-8899-0, I edizione febbraio 2018, a cura di Carla e Franca Podo, 125 p.
  3. Enrico Peyretti. Chiesa e guerra. Dove sono i Cristiani?. Sito del Centro Studi Sereno Regis, Torino, 2018, https://serenoregis.org/2018/09/07/xx-secolo-dopo-cristo-ubi-christianus-experimentum-crucis-recensione-di-enrico-peyretti/
  4. Bruna Bianchi. a) I Pacifisti della Grande Guerra – Dizionario Storico della Prima Guerra Mondiale, curato da Nicola Labanca. Edizioni Laterza, Roma-Bari 2014, pp. 241-252; b) L’Avventura della Pace – Pacifismo e Grande Guerra. Edizioni Unicopli, Milano 2018, pp. 451, 459.
  5. Luigi Trafelli. XX Secolo dopo Cristo – Ubi Christianus? (Experimentum crucis). Gruppo Albatros Il Filo – Gli Speciali/Saggi, Roma, ISBN 978-88-306-5757-1, II edizione maggio 2022, Prefazione di Paolo Ricca; a cura di Carla e Franca Podo, 159 p.
  6. Edmondo Marcucci. Sotto il segno della pace. Riedizione della Biblioteca Comunale Planettiana di Jesi, 2004, a cura di Rosalia Bigliardi Parlapiano e Giancarlo Renzi, pp. 46-47, 62-63.
  7. Luigi Trafelli. Idee Scientifiche e Umane Attraverso Tempi e Scuole – Saggio di Studi Lucreziani. Gruppo Albatros Il Filo – Gli Speciali/Saggi, Roma, ISBN 978-88-306-1320-1, aprile 2020, a cura di Carla e Franca Podo, 121 p.
  8. Luigi Trafelli. La mia Testimonianza (Mein Kampf!). Gruppo Albatros – Il Filo – Gli Speciali/Saggi, Roma, ISBN 978-88-306-1319-5, giugno 2020, Prefazione di Paolo Ricca dal titolo “Un “non cristiano più cristiano dei cristiani”; a cura di Carla e Franca Podo, 230 p.
  9. a) Carlo Bolpin. Ubi Chjristianus? ESODO, Mestre (Venezia) n. 1, gennaio-marzo 2019, Anno XXXXI, pp. 58-59; b) Carlo Bolpin. XX secolo dopo Cristo. Ubi Christianus? di Luigi Trafelli, a cura di Carla e Franca Podo, Prefazione di Paolo Ricca, Albatros, 2022. Newsletter EsodoAssociazione, Mestre (Venezia) 20 settembre 2022; c) Carlo Bolpin. Un non cristiano insegna chi è Gesù Cristo. ESODO, Mestre (Venezia) n. 3, luglio-settembre 2021, pp. 75-77.
  10. Giovanni Benzoni. Io non sono cristiano. Il Tetto, Napoli, n. 330-331, marzo-giugno 2019, pp. 117-120.
  11. Luigi Trafelli. Programma di classe. Porro unum ….necessarium! Angelo Draghi – Editore , Padova, 1919, 80 p.
  12. Luigi Trafelli. Idee Scientifiche e Umane Attraverso Tempi e Scuole – Saggio di Studi Lucreziani. Tipografia Franco-Belga G. Bonaccorso & S. Pulejo, Cairo, 1923, 73 p.
  13. Luigi Trafelli. Dottrina di Cristo – Haceldam. Libreria Editrice Mantegazza di P. Cremonese, Roma, 1924, 303 p.
  14. Luigi Trafelli. Dopo trecento anni P. Paolo Segneri S. J. ritorna contro la Ragion di Stato. Società Anonima Libraria, Roma [1924], 77 p.
  15. Luigi Trafelli. Dalla Dottrina di Cristo al Catechismo. Dalla “Vox Clamantis”, Roma, 1926, 130 p.
  16. Luigi Trafelli. Wir, Bürger vom Reiche des Satan. Publicitas, reg. Verlags-Gen. m.b.H, Wien, I., Hofburg, 1927, 123 p.
  17. Luigi Trafelli. Nous, Citoyens du Royaume de Satan. Messageries Hachette, 11, Rue Réaumur, Paris, 1932, 135 p.
  18. Luigi Trafelli. Are we really Christians? H.R. Allenson. Ltd. 7 Racquet Court. Fleet Street, London, 1932, 85 p.
  19. Luigi Trafelli. Spirito Spirante ai Quattro Venti (Libro-Raccolta,con Prefazione dell’autore, composizione di quattro monografie (originariamente pubblicate da “Vox Clamantis”, Roma,1926 [15]; Publicitas, Wien, 1927 [16]; Messageries Hachette, Paris, [1932] [17]; H.R. Alenson Ltd, London, 1932 [18]), 1926-1932, 474 p.
  20. Luigi Trafelli. Il Testamento di Cristo ritrovato e pubblicato. Discorso annunciato sotto il titolo “Cristo risuscita contro il peccato imperdonabile”, pronunciato a Roma il 21 aprile 1934 nella sala dell’Associazione Giovanile “G. Wesley” della Chiesa Evangelica Metodista Wesleyana;testo pubblicato da ATAR S.A., Ginevra, 1934, p.30.
  21. Luigi Trafelli. Je répète ici la parole que l’on ne doit pas taire...(traduit de l’Italien par Gabriel Gobron). Editions Ambiorix, Rethel (Ardennes), 1935, 31 p.
  22. [Luigi Trafelli] – L’Encyclique testamentarie de l’île de déportation et de martyre du Pape Léon XIV. Editions Ambiorix, Rethel (Ardennes), 1938, 59 p. (ndr: saggio scritto in italiano da Luigi Trafelli, pubblicato sotto gli pseudonimi Frate Gilio Brunelli da Terni (per la Prefazione) e Furio Tarli di Brinella (per il Testo),pseudonimi ideati dall’Autore anagrammando i propri nomi di battesimo (Luigi Bernardino) insieme al cognome (Trafelli)); traduzione in francese di Gabriel Gobron, Directeur Editions Ambiorix, Retel (Ardennes)).
  23. Luigi Trafelli. La mia Testimonianza (mein Kampf!). Fratelli Iacelli, Roma, 1938, 793 p. (ndr: l’unica copia del libro originale disponibile alla famiglia è stata donata alla Città di Nettuno, Provincia di Roma,”100Libriper Nettuno”, Fondo Bibliotecario Speciale. Inventario Le Edizioni del Gonfalone, 2003, p. 190; Inventario N. 183; v. anche il link: http://www100libriper Nettuno).
  24. Luigi Trafelli. Meditazioni di un solitario: sopra diversi argomenti di scienza pura o applicata. Fratelli Iacelli, Roma, 1938, 322 p.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.