Coordinamento per l’etica della ricerca

Elena Camino

Il 24 maggio 2023, ospitato in un’aula dell’Università di Torino, si era svolto un incontro organizzato da CERTO (Coordinamento per l’etica nella ricerca) – un gruppo di docenti dell’Università e del Politecnico di Torino – che si poneva come obiettivo quello di “informare con continuità le comunità accademiche di Polito e Unito e l’opinione pubblica sui temi più sensibili che investono l’Università, la ricerca, le collaborazioni, i finanziamenti e le sue proiezioni nella società” e “creare momenti di incontro e di confronto sui temi etici che sono alla base del lavoro di ricerca”.

I partecipanti intendevano in quell’incontro approfondire un ‘caso’ concreto: la stipula e la realizzazione di un contratto tra un Dipartimento Interateneo (di Scienze, Progetto e Politiche del territorio) e l’Agenzia Frontex, che controlla le frontiere esterne europee. Dell’incontro, molto partecipato, è stato riferito dal giornalista Luca Rondi,  sul sito di Altreconomia e da me sul sito del CSSR.

Tra gli spunti di riflessione da sviluppare, emersi nell’incontro del 24 maggio, vi furono anche i seguenti:

* La mancanza di trasparenza nei criteri di assegnazione dei fondi di ricerca, e l’impossibilità di accedere ai documenti di contratto tra ente pubblico (Università e Politecnico) e agenzie esterne.

* La difficoltà di distinguere ricerche a scopo bellico da quelle per uso civile, grazie alla formula ‘dual use’. Probabilmente la selezione tra ricerche militari e ricerche civili va fatta a monte, a livello istituzionale, rifiutando accordi e collaborazioni con soggetti chiaramente implicati nella difesa armata (Ministero Difesa, Leonardo ecc.).

Prospettive di incontri

In alcuni incontri successivi alcuni membri di CERTO hanno elaborato la bozza di un possibile ciclo di incontri o un Convegno, aperti al pubblico, da svolgere nel corso del 2024, per approfondire alcuni dei seguenti ambiti di ricerca: ‘etica e libertà della ricerca’; ‘democrazia e geopolitica’; ‘prestazioni di servizio e militarizzazione’; ‘missione pubblica e interessi privati’; ‘etica e meccanismi di controllo’; ‘etica e finanziamento pubblico’.

Da questa bozza scaturisce una prima realizzazione: il coordinamento CERTO propone un incontro/dialogo con Michele Lancione, Professore di Geografia Politico-Economica del Politecnico di Torino. Il titolo dell’incontro coincide con il titolo di un libro da poco pubblicato da Lancione: Università e militarizzazione. Il duplice uso della libertà di ricerca. La conversazione che si svilupperà intorno a questo libro potrà portare ad approfondire proprio due dei punti segnalati negli incontri precedenti:  la trasparenza nella stesura e assegnazione di contratti tra ente pubblico e agenzie esterne, e il problema del ‘dual use’. 

L’incontro, aperto al pubblico, si svolgerà il 18 marzo alle ore 17 nella Sala Lauree del Dipartimento di Lingue (Complesso Aldo Moro, Via S. Ottavio 18, terzo piano).

Per seguire online: https://unito.webex.com/meet/pietro.deandrea


 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.