Creare il futuro che desideriamo abitare

Creare il futuro che desideriamo abitare: Giornate d’azione della Campaign Nonviolence 2022

Rivera Sun

Unisciti a una delle oltre 4.000 azioni ed eventi visionari previsti quest’anno per creare una cultura della nonviolenza attiva e per creare il futuro che desideriamo abitare.

Basta con la violenza? Anche [per] noi.

Viviamo in una cultura della violenza che produce costantemente distruzione, danni, oppressione, ingiustizia e traumi. Conosciamo fin troppo bene queste forme di violenza: povertà, razzismo, sfratti, militarismo, guerra, crisi climatica, inquinamento, sfratti, sparatorie di massa e altro ancora.

Ma se tutti i nostri problemi sono collegati, anche le nostre soluzioni lo sono.

Ogni anno, a settembre, decine di migliaia di persone entrano in azione durante le Giornate d’azione della Campaign Nonviolence (21 settembre-2 ottobre). A prima vista, i temi sembrano disparati: dalla violenza delle armi ai droni killer, dalla pulizia dei fiumi agli alloggi a prezzi accessibili. Ma un filo comune li attraversa: si sta lavorando per soluzioni nonviolente a ogni aspetto delle nostre crisi. Ognuno di questi movimenti propone un cambiamento che interrompa la violenza e la sostituisca con una forma di nonviolenza.

Il desiderio di un mondo nonviolento è forte. Immaginate un mondo in cui tutti abbiano abbastanza, in cui la diversità razziale sia affermata e celebrata, in cui le nostre scuole siano curative e liberatorie, in cui costruiamo la pace con altre nazioni, in cui l’ambiente sia pulito e sano. In una cultura della nonviolenza, i sistemi, le strutture e le istituzioni producono situazioni che affermano, nutrono e ripristinano – un mondo ben lontano da quello odierno. È un mondo per il quale la Campagna della Nonviolenza e i suoi alleati stanno lavorando.

Quest’anno, le Giornate d’azione della Campaign Nonviolence vanno dal 21 settembre, Giornata internazionale della pace, al 2 ottobre, Giornata internazionale della nonviolenza. Sono previste oltre 4.047 azioni ed eventi e ogni giorno si aggiungono altre persone. Le persone sono incoraggiate a partecipare alle chiamate all’azione organizzate quotidianamente dai gruppi partner e alle campagne di cambiamento sociale in corso. Oppure possono creare le proprie azioni che hanno più senso nel loro contesto locale. Le azioni sono creative e visionarie, e comprendono concorsi artistici per la pace e la giustizia, festival cinematografici, picnic multiconfessionali, un’installazione artistica per la giustizia dei migranti e persino una protesta con manifesti rotolanti sui lati di una piccola casa mobile.

Ecco altri esempi di ciò che sta accadendo:

  • Uno spettacolo di teatro di strada di marionette giganti contro il nucleare, Brooklyn, New York
  • Le centinaia di azioni scolastiche della Settimana Start With Hello per rompere l’isolamento sociale e prevenire le sparatorie di massa, in tutto il Paese.
  • Un’azione diretta per fermare la vendita di fucili d’assalto a Portland, Oregon
  • Un concerto musicale all’aperto di 5 ore per una cultura della nonviolenza ad Austin, Texas
  • Una protesta in una base militare contro i droni assassini nella contea di Johnson, nel Missouri.
  • Veglia di protesta davanti a un bazar di armi a National Harbor, Maryland
  • Sciopero scolastico del venerdì per il futuro azioni di solidarietà intergenerazionale, a livello nazionale
  • Marce della Campagna della Nonviolenza che hanno unito molti gruppi e cause locali a Minneapolis, North Kingstown, Rhode Island, Opelika, Alabama e altri.
  • Sermoni della domenica della pace in 177 chiese per contrastare la teoria della guerra giusta
  • Eventi di pittura murale a El Paso, in Texas, e a Little Rock, in Arkansas.
  • Manifestazione per il divieto totale e il riacquisto delle armi d’assalto, 12 giorni liberi dalla violenza a Minneapolis
  • Breach the Dams, Save Salmon and Orca, Snake River Actions, in 13 località con la Backbone Campaign nello Stato di Washington, Oregon e Idaho.
  • Veliero Golden Rule contro il nucleare e per la pace a Minneapolis
  • Veglia per la giustizia climatica alla Roundhouse, seguita da una marcia verso la protesta dei Veterans For Peace contro il militarismo all’angolo della strada a Santa Fe, New Mexico.
  • Calcio per la pace e pulizia del quartiere a Nairobi, Kenya
  • Azioni di mutuo soccorso in centinaia di luoghi
  • Insegnamenti sulla nonviolenza e la pace in molte località

Scopri altre migliaia di azioni qui.

Collegando i punti tra le questioni, le persone stanno anche lavorando a piani per umanizzare la crisi degli alloggi, organizzare squadre di sicurezza comunitaria radicate nella nonviolenza, ripulire fiumi e bacini idrici, organizzare corse per la giustizia razziale, la giustizia nei trasporti e l’energia rinnovabile; smilitarizzare la polizia, impegnarsi in azioni di mutuo soccorso e in pranzi di quartiere, creare spazi di guarigione per i sopravvissuti alla violenza delle armi e altro ancora. Ogni azione è stata concepita per spingere un ulteriore tassello del mosaico che è la visione di “una cultura di pace e di nonviolenza attiva, libera dalla guerra, dalla povertà, dal razzismo e dalla distruzione dell’ambiente”.

Tra i gruppi che collaborano ci sono: World BEYOND War, Code Pink, DivestEd, ICAN, Jared’s Heart of Success, Sandy Hook Promise, Cure Violence Global, Nonviolent Peaceforce, Meta Peace Teams, D.C. Peace Team, Campaign Nonviolence Youth Collective, Nonviolent Cities Project, Backbone Campaign e molti altri.

In un momento in cui il tasso di omicidi è in aumento, la specie umana rischia l’estinzione a causa della crisi climatica, la violenza delle armi da fuoco è un’epidemia, la guerra globale continua a uccidere centinaia di migliaia di persone e a sfollare milioni di persone, e l’aspettativa di vita si sta riducendo per la prima volta da generazioni, la visione e la missione della Campaign Nonviolence hanno una profonda rilevanza. Una cultura della nonviolenza non solo è possibile, ma è essenziale per superare questo travagliato capitolo della storia umana. Se vogliamo avere un futuro, queste soluzioni e strategie sono una parte fondamentale del mondo che verrà. Non solo, ma sono il ponte dal nostro doloroso passato, attraverso il nostro tumultuoso presente, verso il futuro che desideriamo abitare.

Per saperne di più sulle Giornate d’azione della Campaign Nonviolence, dal 21 settembre al 2 ottobre, partecipate!


Fonte: Waging Nonviolence, Campaign Nonviolence, 19 settembre 2022

Traduzione di Enzo Gargano per il Centro Studi Sereno Regis

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.