La disobbedienza consapevole. Introduzione alla nonviolenza

Ramin Jahanbegloo, La disobbedienza consapevole. Introduzione alla nonviolenza, Marietti 1820, Bologna 2021, pp. 272, € 22,00

La nonviolenza non è l’opzione di una élite intellettuale, ma un’alternativa pratica che inizia dalla quotidianità di ciascuno. Essa non può dunque essere confusa con la passività o con l’indifferenza poiché sposta il piano del confronto dalla prova di forza a quello della riflessione sui valori e sulla giustizia, imponendo una modifica radicale nel modo di pensare della società civile.

La riflessione di questo libro si articola su due livelli: uno è storico, attraverso l’interpretazione di alcuni avvenimenti a partire dalla prospettiva nonviolenta, l’altro è filosofico-politico e si snoda sia attraverso il confronto con la tradizione occidentale, sia nella proposta di una concezione tipicamente orientale, nella quale la dimensione spirituale dell’essere umano svolge un ruolo essenziale.

L’autore di questo libro, che oggi insegna all’Università di Toronto, è un filosofo iraniano naturalizzato canadese. Nel 2006 è stato arrestato dalle autorità di Teheran con l’accusa di tramare per il rovesciamento del regime iraniano. Il Consiglio dell’Unione Europea e numerosi intellettuali hanno interceduto per la sua liberazione, avvenuta dopo quattro mesi di carcere.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.