Guerra in Ucraina: capire l’agenda sottostante dell’élite globale e resisterle

Robert J. Burrowes

di Robert J. Burrowes


Guerra in Ucraina
Kiev | Foto da Pexels
In un comunicato televisivo del 24 febbraio 2022, il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato la sua decisione di ordinare alle forze militari russe di invadere l’Ucraina in quella che ha denominato una ‘operazione militare speciale’ per difendere le neo – autoproclamate repubbliche di di Donetsk e Luhansk e ‘smilitarizzare e denazificare l’Ucraina’. Qui il discorso di Putin o una sua trascrizione qui. Dall’inizio dell’invasione c’è un gran volume di commenti da una vasta gamma di autori con una notevole varietà di prospettive. Oltre ciò, gli impatti a cascata della guerra insieme ai cambiamenti derivatine a vari livelli sono già di vasta portata e saranno sempre più devastanti per l’umanità nel suo insieme. Qui focalizzerò la mia attenzione su alcuni degli aspetti più oscuri dell’agenda profonda che fa sì che questo conflitto si manifesti come in effetti avviene, riflettendo il mio interesse da lunga data nella comprensione di come il potere delle élite appaia al mondo. Come già spiegato in precedenza, fin dall’alba della civiltà umana 5.000 anni fa, la gente ‘comune’ è impegnata in una lotta continua contro le élite, siano esse locali, imperiali, religiose, economiche, nazionali o, adesso, globali.  Si veda ‘Perché gli attivisti falliscono’. Ma indipendentemente dal contesto l’intenzione delle élite è sempre la stessa. Uccidere popolazioni indesiderate e/o controllare la vita di tutti gli altri privandoli della propria equa quota di risorse politiche, economiche, sociali ed ecologiche. Da circa il 1500 dell’era attuale, l’intensità di questo conflitto è notevolmente cresciuta con le élite intente a sterminare una quota sostanziale della popolazione umana e schiavizzare i superstiti. Ciò si è fatto con conquiste imperiali causa diretta di campagne genocidarie contro i popoli indigeni, guerre, controllo delle scorte alimentari e di altre risorse per indurre carestie di massa, tecnologie mediche, l’installazione di tecnologie letali fra cui attualmente il 5G e, molto di recente, un programma d’iniezioni apparentemente protettive da un ‘virus’. Si veda ‘Sterminio dell’umanità: come l’élite globale usa l’eugenetica e il transumanismo per plasmare il nostro futuro’. Essenzialmente, l’intenzione dell’élite non a mai davvero vacillato. Indipendentemente dalla presunta ideologia-guida nei vari contesti, l’élite è stata di solito malintenzionata verso la popolazione suddita – eliminandola e/o schiavizzandola senza scrupoli e requisendo intanto senza sosta le risorse planetarie a proprio uso.  L’unica differenze dalle ere precedenti è che l’assalto attuale all’umanità è autenticamente globale e in fase conclusiva. Peraltro, avviene purtroppoin piena vista con la massa della popolazione del tutto inconsapevole e i pochi coscienti e in qualche modo resistenti distratti però dai ‘fumi e specchi’ accidentali come quelli della narrazione ‘virus’/‘vaccino’ e delle pagliacciate dei politici.  Il che comporta una resistenza minima al procedere dell’agenda dell’élite mediante l’attuazione della ‘Grande Risistemazione’ del Forum Economico Mondiale.  E i sopravvissuti alle varie misure in atto per sfoltire l’umanità saranno schiavizzati inuna prigione tecnologica senza scampo.  Dopo tutto, i requisiti davvero minimi per una resistenza efficace sono la vita, una mente con libera volontà e cibo da mangiare, nulla di cui può ormai essere più dato per scontato.

Ma come ingrana in tutto questo la Guerra in Ucraina?

Beh, con immediato e gran costo personale dei soldati e civili uccisi o menomati in altro modo dal combattimento, la guerra si sta usando come cortina fumogena per una sequenza ben orchestrata di avvenimenti che accelerano l’agenda criminosa dell’Élite Globale, proprio come già sperimentato con la narrazione del Covid-19. Usando due ricchi membri del Forum Economico Mondiale – il presidente russo Vladimir Putin (v. ‘Tutti gli uomini di Putin: registrazioni segrete rivelano la rete finanziaria collegata al capo russo’) e il presidente ucraino Volodymyr Zelensky (v. ‘Le rivelazioni dei Pandora Papers sui conti offshore e i finanziamenti di Zelensky dalla cleptocrazia ucraina) – coadiuvati da un cast  di agenti chiave dell’élite e complici ignari di istituzioni quali la NATO, l’Unione Europea, i governi degli USA e altri, i grossi media e altro ancora, il conflitto militare imperversa in chiara vista pubblica, con gran dibattito sulle misure in attuazione – come le sanzioni di molti paesi alla Russia – mentre molti risultati d’importanza vitale restano nascosti o accettati come ‘disgraziate’ conseguenze della guerra anziché misure pianificate dall’élite per far fuori o controllarci tutti. ‘Che risultati sono questi?’ potreste chiedere. Beh, mentre imperversa la guerra, generando enorme emozione fra chi parteggia per la Russia o per l’Ucraina. E così, in termini estremamente semplificati, indignato o dall’avventata intrusione e potenziamento militare NATO nei decenni recenti o dalla ‘aggressione ‘ingiustificata’ di Putin – eccovi un breve elenco parziale di risultati chiave rapidamente accelerati, tutti omaggi di questa guerra, che vi avvicinano alla morte o alla schiavitù tecnologica a breve, ovunque al mondo abitiate.
  1. La guerra potrebbe ‘virare al nucleare’ accidentalmente (dato che altri agenti chiave dell’élite sono ben consci di quel che capita e probabilmente non faranno sì che avvenga deliberatamente), uccidendo una gran proporzione dell’umanità e, secondo la sua gravità, far morire di stenti (quasi) tutti i sopravvissuti. Ma, supponendo che si eviti questo esito, c’è abbondanza di altre opzioni sgradevoli da considerare.
  2. Russia e Ucraina forniscono 30% del frumento mondiale e quote importanti di altri cereali, di olio di girasole, dei fertilizzanti, del petrolio e del gas, e dei minerali strategici (come il palladio e il platino), fra altri prodotti. La guerra nonché le sanzioni imposte alla Russia da molti paesi, hanno esacerbato le filiere già gravemente interrotte di tali prodotti, che non possono essere procurati altrove o non in modo altrettanto convenente. E la filiera prima generata crolla in tutti i settori, causando carenze alimentari e non solo, aumenti di prezzo e crisi energetiche per il vasto mondo; e non possono essere ripristinate in periodi brevi. Ne moriranno di stenti a milioni per questi crolli di filiera.  Secondo un recente resoconto in merito: ‘Crediamo di essere ai prodromi di una carestia globale di proporzioni storiche’. Si veda ‘Coltivatori allo stremo’. Ripetiamo: ‘un’incipiente smisurata carestia globale’.
E il ponderato rapporto di Riley Waggaman comprende questo commento di Anatoly Nesmiyan: ‘Ecco perché la “operazione [militare] speciale” è un episodio minore di poca importanza rispetto allo sfondo di cataclismi imminenti …. Che Ucraina e Russia siano state strumentalizzate la dice lunga non tanto sulla mente dell’Occidente, ma sull’impenetrabile stupidità dei diretti partecipanti all’attuale competizione’. Si veda ‘Avanti il prossimo: crisi alimentare globale?’ Se si vuole tenersi al corrente sulla distruzione delle scorte alimentari, adesso drammaticamente accelerata dalla guerra in Ucraina, si tengano d’occhio gli aggiornamenti quotidiani condivisi da Ice Age Farmer (Christian Westbrook) su vari canali.
  1. Le morti intenzionali da sostanze [‘profilattiche’] iniettabili continuano a crescere rapidamente, nonostante sforzi concertati degli agenti dell’élite come l’Organizzazione Mondiale della Sanità, politici, sistemi medici ufficiali, l’industria farmaceutica e i media megaziendali e governativi di nascondere tali morti alla vista del pubblico. Per giusto due recenti tentative di compilare una lista dei resoconti, si veda ‘UPDATED: How Many People Are the Vaccines Killing?’ and ‘COVID-19 Vaccine Massacre: 68,-% Increase in Strokes, 44,-% Increase in Heart Disease, 6,8% Increase in Deaths Over Non-COVID Vaccines’.
Ovviamente molti eminenti esperti, grevemente soppressi dai media megaziendali, ammonivano da tempo che queste ‘iniezioni mortali’ avrebbero ‘decimato l’umanità’. Per un piccolo campione, si veda ‘The Truth about the Covid-19 Vaccine’, ‘A Final Warning to Humanity’, ‘J’Accuse! The Gene-based “Vaccines” Are Killing People. Governments Worldwide Are Lying to You the People, to the Populations They Purportedly Serve’, ‘COVID Shots to “Decimate World Population,” Warns Dr. Bhakdi’ e ‘BREAKING – Over 150,000 people including 600 children have died due to the Covid-19 Vaccines in the USA’. Ma un rapido controllo rivela che i governi russo e ucraino hanno entrambi partecipato entusiasticamente a tutta quanta la truffa del ‘virus’/‘vaccino’ Covid-19 imponendo la ben nota gamma di misure – vaccinazioni obbligatorie, codici QR … – attuate altrove per adempiere all’agenda agenda uccidi e controlla dell’élite. Ciò comprende la partecipazione dell’élite russa al GPMB (Collegio di Monitoraggio dell’Essere Preparati Globalmente) che, come fatto rilevare da Robert F. Kennedy Jr. nel suo recente libro The Real Anthony Fauci [Il vero A.F.] ‘è l’effettivo collettivo autorevole/autoritario per l’imposizione di regole durante … la pandemia. Lo scopo di questo ente cosiddetto “indipendente” di monitoraggio e rendicontazione era validare l’imposizione di controlli statali polizieschi da parte dei capi politici e dei tecnocrati locali…: sottomettendo la resistenza, censurando spietatamente il dissenso, isolando i sani, facendo crollare le economie, e costringendo alla vaccinazione durante una prevista crisi sanitaria mondiale’. Si veda ‘I Believe We Are Facing an Evil That Has No Equal in Human History’ e ‘Sputnik V is a scam: “A socioeconomic experiment on the Russian population”’. Il governo dell’Ucraina non è differente, usando misure coercitive per forzare alla vaccinazione i propri cittadini nonostante un livello insolitamente alto di consapevolezza dei pericoli dei vaccini fra la popolazione generale – indotta a una sostanziale resistenza. Si veda ‘As COVID Surges, Protesters Hit Streets of Ukraine to Decry Vaccine Mandates’. Ci si sta tenendo aggiornati dell’elenco sempre più lungo dei lesi o uccisi dall’iniezione, che ha luogo sullo sfondo di questa guerra?
  1. Il varo del 5G, essenziale alla creazione della propria griglia di sorveglianza e controllo da parte dell’élite, acquista slancio sotto l’egida della narrazione ‘virus’/‘vaccino’ ed ora della guerra Russia/Ucraina. Ovviamente, anche la radiazione elettromagnetica ucciderà un gran numero di persone, sia direttamente sia decimando la popolazione di insetti (con relativa riduzione delle scorte alimentari), e la griglia di sorveglianza e controllo renderà possibile intrappolarci a casa e nel proprio quartiere, con ogni sembianza di libertà e diritti umani consegnata alla memoria. Si veda ‘Sleepwalking into Hell: The Global Elite’s Technological Coup d’état Against Humanity’ e ‘Deadly Rainbow: Will 5G Precipitate The Extinction Of All Life On Earth?’
  2. E, sempre che non si sia ignorata la ‘Gran Risistemazione’ del Forum Economico Mondiale,  si è ben consci che l’Elite Globale programma latrasformazione di 200 aree di vita umana utilizzando tecnologie associate alla quarta rivoluzione industriale e al transumanismo (ivi compresi 5G e 6G, armi militari, intelligenza artificiale [AI], big data [elaborazione di relazioni fra enormi masse di dati – ndt], nanotecnologia e biotecnologia, robotica, Internet delle Cose [IoT], e calcolo quantico). Tecnologie che sovvertiranno l’identità umana, la libertà uman, la dignità umana, la volizione umana e la privacy umana, riducendo i superstiti privacy in schiavitù transumana in cui si avrà un’identità personale digitalizzata – questa connessa ai dati registrati delle proprie operazioni bancarie, salute, fedina penale e altro, per stabilire il proprio ‘punteggio personale di credito sociale’, come quello usato in Cina, per determinare quel che si può o non fare abitando nella propria ‘smart city’ [città ingegnosa], mangiando sostanze pseudo-alimentari derivate dai rifiuti e dagli insetti. Si veda ‘The Great Reset’.
In Ucraina, il governo sta semplicemente utilizzando la guerra per espandere rapidamente quel che era già ‘uno dei sistemi ID digitali a gestione governativa più espansivi al mondo’, facendo del paese il leader mondiale in alcuni aspetti della digitalizzazione mediante la propria app Diia, con tutto quel che ciò preannuncia del futuro umano. Si veda ‘How Ukraine Government Is Converting Digital ID System Into Wartime Tool’. Ovviamente a fine guerra non ci sarà alcuna retrocessione da tutto ciò. La Russia è altrettanto impegnata al proprio programma di digitalizzazione, benché abbia anche un ruolo chiave nello sviluppo di un sistema bancario controllato dall’élite, completo di valute digitalizzate, che soppianterà il modello attuale. Il paese ospita le simulazioni annue del Cyber Polygon. Si veda ‘Taking Control by Destroying Cash: Beware Cyber Polygon as Part of the Elite Coup’. Se tutto ciò suona assurdo, ecco due altri analisti geopolitici che offrono un’analoga conclusione basata sulle proprie analisi: ‘The Ukraine Crisis: What You Need to Know’ e ‘Ukraine-Russia: A Proxy-War, Advancing the Agenda of the Great Reset?’

E riguardo alla guerra in Ucraina?

Come molti, anch’io sono preoccupato per la guerra. Attirando l’attenzione al programma elitario più in profondità che sta intrappolando l’umanità in un futuro da incubo, non intendo che la guerra non importi. Ma so anche da lunga esperienza che il movimento antibellico resta privo della capacità di agire per evitare o fermare le guerre perché manca dell’analisi, dell’orientamento strategico, della tenacia e del coraggio di farlo. Vorrei che fosse altrimenti. Tuttavia, se si vuole partecipare a una strategia per por fine a questa guerra, in particolare data la possibilità che si tramuti in una insurrezione a più lungo temine – si veda ‘Ukraine And The New Al Qaeda’ – leggendo come fare qui: Nonviolent Defense/Liberation Strategy. E se si vuole partecipare a una strategia per por fine a ogni guerra, si può leggere come fare qui: Nonviolent Campaign Strategy. Ciò detto, mi permetto di sottolineare che gli aspetti chiave di queste strategie sono la necessità di riconoscere che la violenza è insita profondamente nella società umana per un modello genitoriale essenzialmente basato sull’esigere obbedienza da un bambino anziché nutrirne l’auto-volontà. Si veda ‘Why Violence?’ e ‘Fearless Psychology and Fearful Psychology: Principles and Practice’. E ciò genera una società in cui molti sono così avversamente influenzati da essere resi effettivamente folli. Purtroppo, alcuni di essi finiscono in situazioni dove esercitano livelli stra-ordinari di controllo. Si veda ‘The Global Elite is Insane, Revisited’. Quindi, se si vuole ridurre la violenza e la guerra in futuro, si prenda in considerazione di fare ‘My Promise to Children’.

Dunque, che vuol dire tutto ciò?

A prescindere dalle proprie preoccupazioni per la guerra in Ucraina, incoraggio comunque a non lasciare che distragga dall’agire con vigore per sconfiggere l’agenda elitaria sottostante. Se ci si lascia catturare dall’isteria bellica mancando di difendere sé e i propri cariI, si scoprirà presto che si è rimasti privi di tutto quel che riguarda la vita che si è conosciuta, indipendentemente dall’esito della guerra.

Dunque, che cosa si può fare?

Idealmente, se si vuole resistere strategicamente all’agenda elitaria, l’opzione più potente è partecipare alla campagna ‘We Are Human, We Are Free’, la cui versione più semplice è spiegata sul volantino di una pagina che identifica una breve serie di azioni nonviolente cruciali che chiunque può fare. Il volantino, disponibile adesso in 15 lingue (ceco danese, inglese, finnico, francese, tedesco, greco, ebraico, ungherese, italiano, polacco, romeno, russo, spagnolo, slovacco) con altre in gestazione, scaricabile qui: ‘The 7 Days Campaign to Resist the Great Reset’.

Conclusione

La guerra in Ucraina è una tragedia per chi ne è direttamente colpito ma altresì per noi tutti.; particolarmente se non riconosciamo la minaccia che nasconde agendo vigorosamente in risposta a tale peggiore minaccia. Da 5.000 anni le élite ci mettono l’uno contro l’altro – al lavoro, sul campo di battaglia, nella vita in generale – attirando l’attenzione su differenze superficiali (basate su genere, razza, religione, classe, nazionalità…) e ingrandendole, esacerbando così i conflitti e convincendoci di star agendo nei nostri migliori interessi quando facciamo quel che ci dicono mediante i propri agenti nei governi, nei media megaziendali e altrove, e che la solidarietà umana non vale nulla. Beh, un giorno ormai prossimo faremmo bene a renderci conto che in fin dei conti solo tre cose importano: la solidarietà umana è essenziale se dobbiamo sopravvivere a questa crisi esistenziale, il nostro vero nemico non sono gli altri [nostri pari] bensì la folle Elite Globale, e noi dobbiamo agire con vigore e nonviolenza se dobbiamo sconfiggerla. Altrimenti un futuro umano valevole la vita sarà breve.

Robert Burrowes

Robert Burrowes, Ph.D. è membro della Rete TRANSCEND per Pace Sviluppo Ambiente e ha un impegno di un’intera vita alla comprensione e terminazione della violenza umana. Ha fatto estese ricerche fin dal 1966 nello sforzo di capire perché gli esseri umani siano violenti ed è attivista non violento dal 1981. È autore di Why Violence? Websites: (We Are Human, We Are Free) (Charter)  (Flame Tree Project)  (Songs of Nonviolence) (Nonviolent Campaign Strategy) (Nonviolent Defense/Liberation Strategy) (Robert J. Burrowes) (Feelings First) Email: [email protected]

EDITORIAL, 4 Apr 2022 | #739 | Robert J. Burrowes, Ph.D. – TRANSCEND Media Service
https://www.transcend.org/tms/2022/04/the-war-in-ukraine-understanding-and-resisting-the-global-elites-deeper-agenda/
Traduzione di Miki Lanza per il Centro Studi Sereno Regis
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.