Premio culturale della rivista Gli Asini al Centro Studi Sereno Regis

redazione

Il premio "Gli Asini" al Sereno Regis

Il Centro Studi Sereno Regis è fra i vincitori nel 2021 del Premio assegnato ogni anno dalla rivista di cultura, politica e società Gli Asini, diretta da Goffredo Fofi.

Fondato nel 1982 dalle sezioni piemontesi del Movimento Nonviolento e del Movimento Internazionale della Riconciliazione, il Centro Studi Sereno Regis di Torino è un istituto culturale di interesse nazionale, dotato di una biblioteca e di un archivio storico specializzati. Promuove una cultura di pace attraverso ricerca, educazione e azione, principalmente nei campi dell’antimilitarismo, dell’eco-pacifismo e della trasformazione nonviolenta dei conflitti.

«Un riconoscimento che ci incoraggia e che accogliamo con gioia e per il quale dobbiamo ricordare anche chi nel 1982 decise di fondare a Torino il Centro Studi – spiega Angela Dogliotti, vicepresidente del Sereno Regis. – Un viatico per festeggiare il prossimo anno il quarantennale della nostra associazione nata come Centro studi e documentazione sui problemi della pace, della partecipazione e dello sviluppo, che il partigiano-nonviolento Domenico Sereno Regis aveva collaborato a fondare insieme a Nanni Salio e altri, e che da lui prese il nome dopo la sua scomparsa».

La premiazione si terrà domenica 31 ottobre nell’ambito del seminario Che fare del sud?” (31/10 – 1/11/2021) a Copertino (LE). Insieme al Centro Studi Sereno Regis, riceveranno il premio le allieve e gli allievi della scuola di fotografia di Antonio Biasucci di Napoli; Roberta Carlotto e il Centro teatrale Santa Cristina; la rivista Confronti; Alessio Forgione; Sara Honegger e la Scuola Asnada di Milano; Giovanni Lo Cascio; Nora McKeon; Anna Nadotti; Hleb Papou; Maurizio Quarello; Marco Tarquinio.

Il Centro Studi Sereno Regis è uno dei riferimenti più qualificati a livello nazionale per la composita area che guarda alla nonviolenza e alla ricerca per la pace. «Questo premio va condiviso con tutte le persone, associazioni, istituzioni e gruppi che ci hanno sostenuto e ancora ci accompagnano nella ricerca di percorsi di Pace, – afferma Umberto Forno, direttore del Sereno Regis. – Localmente, istituti culturali torinesi come il Centro Studi Piero Gobetti e altri confluiti nel Polo del Novecento, oltre alla rete che organizza il Festival della Nonviolenza e della Resistenza Civile a Torino; a livello nazionale con i 70 e più enti che animano la sempre più ampia Rete Italiana Pace e Disarmo».

«Una bella notizia – aggiunge Enzo Ferrara, presidente del Sereno Regis – arrivata un po’ a sorpresa anche se le nostre collaborazioni con Gli Asini, e prima ancora con Lo Straniero, sono decennali. Ringraziamo i redattori della rivista. Con loro teniamo a sottolineare la valenza culturale del premio assegnato per studi sulla pace e la nonviolenza, che – lo si dimentica troppo spesso – costituiscono l’essenza imprescindibile di ogni forma di cultura, scientifica e umanistica».

Il premio testimonia infatti che le tematiche direttamente e indirettamente correlate a pace e nonviolenza – i principi di fratellanza e solidarietà, la tutela dei diritti personali e collettivi, l’attenzione all’ambiente e alla salute, il riconoscimento delle diversità come parti di una stessa armonia – sono il vero collante diacronico e interdisciplinare di ogni espressione culturale dell’umanità, dall’Epopea di Gilgamesh dei Sumeri coniata sull’argilla 7mila anni fa, all’ultimo premio Nobel assegnato ad Abdulrazak Gurnah per la letteratura post-coloniale.


1 commento
  1. ROSA DALMIGLIO
    ROSA DALMIGLIO dice:

    Congratulazioni a tutti
    segnalo il volume presentato in questi giorni a Roma nella sede dell'Ambasciata d'Italia presso la Santa Sede
    "LA CASA DELLA PACE" un progetto educativo in divenire, a cura di Domenico Simeone e Vincenzo Zani
    in questi giorni ho ricevuto un invito dal Segretario Generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres , mi invita a candidarmi come Ambasciatrice UNDP, stò valutando l'offerta dopo aver controllato che fosse vera,…..e finanziata.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.