Famiglie e infanzia a un anno dalla pandemia: il progetto IP IP URRÀ lancia una survey

print


Famiglie e infanzia a un anno dalla pandemia
Il logo del progetto

Napoli, 5 maggio 2021 – Famiglie e infanzia a un anno dalla pandemia: una Survey per i genitori. A lanciarla è la rete educativa e pedagogica del progetto Ip Ip Urrà – Metodi e strategie informali per mettere l’Infanzia Prima. La rete è finanziata dall’impresa sociale Con i bambini nell’ambito del Fondo di contrasto alla povertà educativa minorile. Il progetto è presente su territorio nazionale con 23 partner, tra cui il Centro Studi Sereno Regis, tra organizzazioni e enti e con l’associazione Chi rom e…chi no di Scampia Napoli come soggetto responsabile.

  • Cosa vi manca e vi è mancato in questo periodo difficile di emergenza sanitaria?
  • Quali le fatiche che dovete affrontare con i vostri bimbi/e? 
  • Che valore ha lo spazio pubblico e la dimensione educativa in rapporto agli spazi naturali?

Queste le domande poste attraverso un breve questionario. Si vuole portare al centro della discussione pubblica il benessere delle famiglie, la loro voce, l’importanza che ha nel nostro Paese l’infanzia e le città a misura di bambini e bambine.

Il questionario


Ecco il link dove poter compilare il questionario:


Con il progetto Ip Ip Urrà che coinvolge dieci territori in tutta Italia, si vuole raccogliere la voce delle famiglie che abitano in territori anche distanti tra loro. In particolare il progetto prevede il racconto delle emozioni rispetto a un tema fondamentale per il benessere di bambini, bambine e genitori. Il tema è quello del diritto dei più piccoli di:

  • giocare all’aperto;
  • avere relazioni con altri bimbi e bimbe;
  • abitare gli spazi pubblici e naturali (piazze, parchi, giardini) del territorio.

Pochi minuti del tempo di genitore per indirizzare le scelte educative e ripensare momenti di condivisione. Per parlare di famiglie e infanzia a un anno dalla pandemia.

Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD.