100 anni di pace… un primo bilancio

redazione

Si chiude oggi, sabato 1 dicembre la mostra #100annidipace allestita a cura del Centro Studi Sereno Regis presso la sua sede di via Garibaldi, 13.

Si dovrà fare un bilancio più esaustivo, sulla base di un attento esame dei risultati e delle valutazioni di tutti coloro che a vario titolo ne sono stati coinvolti, ma un primo riscontro non può che essere positivo.

Dalla lettura di quanto scritto nel quaderno dei visitatori e dai commenti raccolti “a caldo” emerge, infatti, un apprezzamento dell’allestimento curato da Paola Bizzarri, un interesse per il progetto nel suo complesso e una richiesta di approfondimento delle tematiche proposte.

Anche il lavoro di due ore svolto con ciascuna delle 33 classi che in questo mese hanno visitato la mostra è stato molto soddisfacente, sia per i tirocinanti universitari che lo hanno condotto, sia per docenti e studenti che ne hanno usufruito.

Crediamo di poter dunque affermare che il grande impegno culturale, economico e organizzativo profuso nella realizzazione del progetto è stato ripagato da ottimi risultati.

Un particolare e caloroso ringraziamento va a tutti i volontari che ne hanno garantito l’apertura, ai tirocinanti universitari che hanno guidato, con entusiasmo e competenza, le classi in visita, ai giovani attori del Liceo coreutico Germana Erba, che hanno dato voce ad alcuni protagonisti di questa storia, a chi è venuto a visitarla e a tutti coloro che hanno preso parte all’organizzazione e alla comunicazione dell’evento.

Sarà poi nostra cura rendere fruibile la mostra affinché possa circolare il più possibile in altre sedi nei prossimi mesi, in modo da estendere a una platea più ampia i risultati di questa ricerca sulla storia della pace e della nonviolenza nel Novecento.

Il Comitato scientifico

(Foto di Enzo Gargano)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.