Ripensare la città | Segnalazione redazionale

E. Baccarini, A. Bonavoglia e A. Meccariello, Ripensare la città, Punto Rosso, Milano 2010, pp. 130, € 10,00

Il libro si riferisce a un convegno svoltosi nel 2009, ma – ahinoi! – attualissimo anche oggi. Organizzava la rivista «Kainos» in collaborazione con la cattedra di Antropologia Filosofica dell’Università Tor Vergata di Roma.

Durante le due giornata di studio (il 14 e 15 ottobre, come detto del 2009) si sono succeduti oltre 10 relatori/relatrici, con le loro relazioni sul tema riassunto nel titolo: ripensare la città.

Nel volumetto ritroviamo molte delle relazioni che «rielaborano il ricco confronto avvenuto […] tra studiosi di varia estrazione disciplnare (sociologi, urbanisti, antropologi e filosofi) che non hanno mancato di sottolineare come sia prioritario in questa fase storica un lavoro di riqualificazione della città, pena la sua decadenza e la sua rovina», p. 10.

Qualche titolo? Ghetti e iper-ghetti post-fordisti; Rete, Plasma, Plebe. La decostruzione dello spazio urbano; alcuni con una piccola Bibliografia al fondo.

Molto carina la copertina… scusate l’involontaria rima.

Alcune domande dalla Quarta di copertina: Abitiamo città o abitiamo territori? Dove finisce una città e comincia un territorio? Come chiamare i luoghi che abitiamo?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.