Fotografia | Opposti non complementari | Recensione di Laura Operti


opposti-non-complementari copiaBambini nei concorsi di bellezza statunitensi e nei campi profughi libanesi. Fotografie di Barbara Baiocchi e Jean Claude Chincheré

Una suggestiva mostra fotografica, OPPOSTI, NON COMPLEMENTARI, a cura di Andrea Balzola alla Civica Galleria d’Arte Contemporanea Filippo Scroppo di Torre Pellice, è la terza mostra della sezione EST-ETICAMENTE che coglie temi etici e sociali,e che si è appena chiusa.

E’stato impressionante, entrando nella grande stanza che ospitava la mostra, vedere facce di bambini che ci guardano dai muri dove sono appese le foto, in parte in bianco e nero, in parte a colori, così diverse da non sembrare appartenenti a creature vere perché così “opposte”. Sono foto di bambini, in grande percentuale siriani, accampati in campi profughi libanesi, straziati dalla guerra, e sull’altra parete bambini “confezionati” dai loro genitori come piccoli modelli per la passerella di concorsi di moda in USA. In entrambi i casi tragiche immagini di “infanzia negata”.

”Sono mondi opposti e non complementari , che non si possono parlare , uno fondato sul tempo e l’altro sul niente, l’uno costruito artificialmente , l’altro ridotto in macerie …..”(Andrea Balzola) Vuole esserci in queste fotografie il contrasto strabiliante che fa vedere le due facce di questa incredibile umanità che è quella in cui stiamo vivendo.

Ma questo contrasto che qui ci è offerto in chiave artistica , non è forse quello che “subiamo “ quotidianamente, quando le televisioni ci parlano di “grandi chef” nel nostro mondo e di morte per fame nell’”altrove”; o di “eccezionali saldi” qui e di poveri stracci che ricoprono i corpi dei ragazzi che scendono dai barconi…?

Le suggestioni che offre questa mostra sono tante e toccano tante sensibilità diverse.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.