Formazione | Rituali e maschere sociali

L’associazione “Livres como o Vento”, centro di sperimentazione e divulgazione del Teatro dell’Oppresso, propone, all’interno del progetto Irenea, la seconda esplorazione stagionale del metodo:

“RITUALI E MASCHERE SOCIALI”.
Data: 21/22 febbraio 2015.
Ore di formazione: 15.
Luogo: sala Poli, via Garibaldi 13, Torino.
Orari: sabato 21 ore 10,30/19,30 – domenica 22 ore 10/18.
Scadenza iscrizioni: venerdì 13 febbraio.

Secondo Augusto Boal, ideatore del Teatro dell’Oppresso, i Rituali sono norme di comportamento sociale che non rispondono ai bisogni e ai desideri delle persone cui sono indirizzate, ma costringono, impediscono, paralizzano, veicolano spesso sottilmente forme di oppressione. La Maschera Sociale è una inevitabile semplificazione della nostra persona, non potendo, nella realtà sociale e relazionale, permetterci di esprimere tutte le nostre potenzialità. Essa è il frutto di un lungo processo di formazione, che parte dalla nostra infanzia (l’imprinting genitoriale) e passa attraverso la scuola, il lavoro, le esperienze e gli incontri significativi che facciamo. Come succede per i rituali, anche la nostra maschera sociale può risultare oppressiva: soffocandoci, imprigionandoci, impedendoci di andare in direzione dei nostri reali desideri. Prendere maggiore coscienza e provare a “giocare” con le maschere e i rituali nei quali siamo immersi possono aiutarci a liberare l’energia e le risorse necessarie per il cambiamento.

Per informazioni e iscrizioni: [email protected] – 3356410727 – livrescomovento.wordpress.com

IL FORMATORE

Autore di numerosi spettacoli di impegno civile, Paolo Senor è regista e responsabile formativo dell’associazione “Livres como o Vento” e della compagnia “Teatro di Terra”. Sulla metodologia del Teatro dell’Oppresso ha pubblicato il saggio “La ribalta degli invisibili”, ed. Terre di Mezzo/Berti. E’ ideatore di una forma di teatro pedagogico denominata “Teatro dell’Ascolto”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.