Rispondo, calandomi nei tuoi panni

La ricerca dei padri in un’epoca di crisi – Parte II

mercoledì 16 aprile dalle ore 18.00 alle 20.00
sala Gandhi – Centro Studi Sereno Regis – via Garibaldi, 13 – Torino

Oggi come è possibile coltivare rapporti tra padri e figli che non si riducano a mera emulazione, a rivendicazioni simmetriche, a confusione di ruoli, a sfiducia reciproca, a indifferenza o a incomunicabilità? Sollevare questa domanda richiama ciascuno alla responsabilità di esplorare i tortuosi confini della propria libertà in un ambito che non comprende soltanto la sfera del maschile, ma si estende alle dinamiche familiari e include la struttura dell’intera società, con i conflitti intergenerazionali che da sempre la coinvolgono.

Conduttore Marco Scarnera con la facilitazione del gruppo di lavoro de il ponte d’Irene. Metodo attivo e partecipato: ci coinvolgeremo a livello cognitivo ed emotivo a partire dalle nostre esperienze personali.

Nell’ambito de il ponte d’Irene, LABORATORI DI RECIPROCITÁ TRA FEMMINILE E MASCHILE, organizzati dal Gruppo di Educazione alla Pace del CSSR: un itinerario di crescita personale e collettiva, verso la parità fra gli uomini e le donne mediante la collaborazione e la conoscenza vicendevole

Per informazioni
[email protected]

Partecipazione a offerta libera

Il problema non è come restaurare l’antica e perduta potenza simbolica del pater familias, ma piuttosto quello di interrogare quel che resta del padre nel tempo della sua dissoluzione. (Massimo Recalcati, Il complesso di Telemaco)

Nota: questo incontro è correlato al precedente “Ti chiederei ancora una cosa, papà. La ricerca dei padri in un’epoca di crisi – Parte I” (svolto il 19 marzo 2014), ma resta autonomo: non aver partecipato al primo non impedisce di frequentare il secondo.

Scarica la locandina ipd’I Rispondo calandomi nei tuoi panni 16 4 2014

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.