La storia perduta e ritrovata dei migranti. Il fattore religioso dentro e fuori i cancelli del carcere – Segnalazione redazionale

cop  Mauro Armanino, La storia perduta e ritrovata dei migrantiMauro Armanino, La storia perduta e ritrovata dei migranti. Il fattore religioso dentro e fuori i cancelli del carcere, Gammarò, Sestri Levante 2013, pp. 214, € 16,00

Il carcere è quello di Marassi: «[…]l’epicentro dell’universo di cui parla Armanino, l’approdo dei “dannati della terra” di Franz Fanon, “l’isola dei naufraghi” di Serge Latouche, ai quali la cristianità e la civile Italia non ha nulla di meglio da offrire. Il luogo dove il mondo s’incontra, con la somma delle umanità e delle brutalità di cui noi e gli altri siamo capaci».

«Il testo di Mauro Armanino, pur denso di riferimenti a studi e pensieri importanti sul tema, è anche e soprattutto un viaggio con persone da lui incontrate nel carcere di Genova che si affiancano nel cammino da lui intrapreso da anni nel Centro Storico di Genova. I luoghi e le situazioni di quegli incontri, gli sguardi e le proposte innocenti segnate dai dolori del presente, ma illuminate dalla presenza della speranza, li ritroviamo in questo testo attraverso il viaggio della speranza di Mauro Armanino insieme a Frank, Juliet, Donald e i tanti altri che dentro nuove mura di altri paesi continuano ad accompagnarlo nella sua insanabile sete di amore e di verità» (dalla Prefazione).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.