Mostra – ITALIAEUROPA in 150 anni. Pace e nonviolenza

Sala Santa Marta – Ivrea (TO)
sabato 23 febbraio 2013 – ore 17,00

La Città di Ivrea, il Centro Gandhi e gli Istituti di Istruzione Superiore di Ivrea presentano la mostra ITALIAEUROPA in 150 anni. Pace e nonviolenza. Immagini e parole per raccontare le azioni e i protagonisti del movimento per la pace nella storia dell’Italia unita. Visite guidate per le scuole al mattino su prenotazione (3334813681). In esposizione fino al 2 marzo 2013.

Conferenza di apertura – Storia e filosofia del Movimento per la pace in Italia

Interventi di Angela Dogliotti Marasso e Nanni Salio del Centro Studi Sereno Regis.

==================

Per l’anniversario dei 150 anni dell’unità d’Italia, il Centro Sereno Regis ha collaborato con il Comune di Cuneo e la Cassa di Risparmio di Cuneo alla realizzazione della mostra ItaliaEuropa.

La mostra è stata ideata e curata da Renzo Dutto, della Comunità di Mambre, in collaborazione con il Centro Studi Sereno Regis e la Fondazione Nocentini di Torino. Studenti e insegnanti del liceo Ego Bianchi di Cuneo hanno curato l’allestimento e la scenografia.

La mostra è centrata su tre parole chiave: pace (art. 11 della costituzione); lavoro (art. 1 della Costituzione); Europa come dimensione federale sovranazionale.

In questa sede viene allestita una significativa selezione della mostra che permette di conoscere e ripercorrere gli eventi più significativi della nostra storia in una prospettiva poco conosciuta e trascurata dai grandi eventi mediatici. Sono ricordate le figure dei primi obiettori di coscienza e degli infaticabili costruttori e testimoni di pace: da Aldo Capitini a don Milani, da Padre Turoldo a Ernesto Balducci, dalle lotte contro la corsa agli armamenti nucleari a quelle contro le nuove guerre.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.