Le parole di Danilo Dolci – Recensione di Nanni Salio

Michele Ragone, Le parole di Danilo Dolci, Edizioni del Rosone, Foggia 2011, pp. 305

L’attenzione sulla figura e l’opera di Danilo Dolci sta avendo un nuovo impulso, come si può vedere da questo lavoro di Michele Ragone e dalla presentazione di Antonio Vigilante. Primo volume della “biblioteca di Educazione Democratica” che ci auguriamo di veder crescere e diffondersi rapidamente.

La scelta di presentare il pensiero di Dolci attraverso una “anatomia lessicale-concettuale” si rivela felice. Con oltre cento voci, si spazia nell’amplissimo lavoro condotto da Dolci su temi, iniziative, proteste assai diversi e complessi. E le sorprese non mncano, come quella, per citarne una sola, della voce “padvone”. Provate a indovinare a cosa corrisponde. Io non ci sono riuscito e sono andato a vedere: “Giovanni Agnelli, il Presidente della FIAT, per Dolci, è il Padvone”.

Sembrano passati secoli, da quei tempi. Per questo bisogna ricordare e documentarsi come ci permette di fare questo lavoro.

Un merito non secondario, anche grazie all’ Editore, è che il libro si può acquistare in forma cartacea, oppure scaricare liberamente al link:

http://www.inventati.org/educazionedemocratica/pdf/biblioteca/Michele_Ragone_Le_parole_di_Danilo_Dolci.pdf

E se vi collegate a questo link scoprirete anche che lo stesso Editore ha pubblicato il primo numero della “Rivista di pedagogia politica” Educazione Democratica, diretto con sensibilità e competenza da Antonio Vigilante.

Questo fascicolo, anch’esso liberamente scaricabile al link http://www.inventati.org/educazionedemocratica/pdf/1_2011/ED_1_2011.pdf è totalmente dedicato a “Carcere e dignità umana”, tema quanto mai importante e purtroppo dimenticato nell’attività educativa.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.