Non fare il soldato. Studi sull’antimilitarismo e sul rifiuto della coscrizione nella storia d’Italia

Convegno nazionale in occasione del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia

venerdì 1 aprile 2011 – dalle ore 14.30 alle ore 19.00
Museo Diffuso della Resistenza, corso Valdocco, 4/a – Torino

Il convegno prevede una rassegna degli studi già realizzati e si pone l’obiettivo di dare indicazioni di nuove vie per la ricerca. I relatori forniranno un quadro quantitativo generale facendo particolare attenzione ai rifiuti della leva: l’attenzione sarà rivolta ai comportamenti sociali così come alle più importanti teorizzazioni.

Il Convegno è realizzato in collaborazione con il Centro Inter-Universitario di Studi e Ricerche Storico-Militari, nell’ambito di Esperienza Italia 150°, con il patrocinio della Città di Torino, della Provincia di Torino e grazie al sostegno della Regione Piemonte, della Compagnia di San Paolo e della Fondazione CRT.

Il Convegno è inserito all’interno del progetto: “Briganti o obiettori? La renitenza alla leva alla nascita dell’Unità d’Italia”, finanziato dall’Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte attraverso l’apposito bando per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, che prevede anche la realizzazione dello spettacolo teatrale della compagnia torinese Assemblea Teatro dal titolo “Guerra e Pace”.

Per informazioni si prega di contattare la dott.ssa Ilaria Berio, presso il Centro Studi Sereno Regis allo 011532824 oppure al 3493638096 o a mezzo posta elettronica all’indirizzo [email protected]

PROGRAMMA

Presiede Giorgio Rochat (Università degli Studi di Torino)

Nicola Labanca (Università degli Studi di Siena): Introduzione ai lavori
Paola Bianchi
(Università della Valle D’Aosta): L’introduzione della coscrizione e reazioni nell’Italia del periodo napoleonico
Gianni Oliva
(storico): Soldati e renitenti, il rapporto tra esercito e paese dall’Unità d’Italia alla prima guerra mondiale
Bruna Bianchi
(Università Ca’ Foscari Venezia): L’Italia liberale e la prima guerra mondiale: militarizzazione, diserzione, renitenza
Nicola Labanca
(Università degli Studi di Siena): L’Italia repubblicana e l’obiezione di coscienza
Eros Francescangeli
(storico e fondatore della rivista «Zapruder»): L’antimilitarismo attivo dei Proletari in divisa e dei soldati democratici (1970-1978)
Bruno Segre
(avvocato e fondatore della rivista «L’incontro»): Una testimonianza sui processi agli obiettori

Dibattito generale

Nanni Salio (Presidente del CSSR): Conclusione dei lavori



0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.