/nas/content/live/cssr/wp content/uploads/2017/01/giorgio nebbia

Disarmo nuclerare, l’Italia cambia e dice sì | Giorgio Nebbia

Il 24 dicembre, vigilia di Natale, all’assemblea generale delle Nazioni Unite a New York è stata approvata la risoluzione L.41 che impone l’avvio di negoziati per mettere fuori legge le armi nucleari, primo passo per la loro abolizione totale. La risoluzione è stata approvata con 113 voti a favore, 35 contrari e 13 astensioni; Hanno votato contro le … Continua

gianmarco-pisa

Kosovo, un accordo sulla giustizia | Gianmarco Pisa

  Nonostante le difficoltà degli ultimi tempi, sia di politica interna, legate alle prossime elezioni presidenziali in Serbia e alle costanti turbolenze della vicenda politica in Kosovo, sia di politica internazionale, in una fase in cui sempre più forte diventa la tensione, tra la Russia ed il blocco euro-atlantico, che si riversa sull’Europa centro-orientale, il … Continua

/nas/content/live/cssr/wp content/uploads/2016/04/elena camino 95 copia

Sopra le nostre teste… | Elena Camino

Mentre si moltiplicano gli sforzi di molte persone, associazioni, nazioni per ridurre gli armamenti e contribuire a un futuro più pacifico, c’è chi continua a alimentare la violenza. Due notizie date alla stampa lo stesso giorno ci mostrano il ruolo che stanno svolgendo i ‘governanti’ dell’Italia: Il nostro Paese esprime voto contrario alla Risoluzione che … Continua

/nas/wp/www/cluster 41326/cssr/wp content/uploads/2015/08/Patrizia Cecconi

 Quel diritto che si fa un po’ più in là… – Patrizia Cecconi

C’è un’agenzia dell’Onu che riesce a stento – e forse quest’anno non riuscirà più – a rendere tutti i servizi per cui venne creata con una Risoluzione ad hoc nel dicembre del 1949. Si parla di mancanza di finanziamenti, ma forse a monte c’è dell’altro: c’è un diritto che, seppur sancito dall’Onu, è così fastidioso … Continua

Barbara-Spinelli

Perché serve l’Onu – Barbara Spinelli

Settecento morti nel Mediterraneo nella notte tra sabato 18 aprile e domenica, a 60 miglia dalle coste libiche. È il più grande sterminio in mare dal dopoguerra, dopo i 366 morti del 2013 a Lampedusa. Inutile snocciolare i numeri delle scorse settimane, le percentuali in costante aumento: sempre giunge l’ora in cui il numero acceca … Continua

janoberg_1363976384_63

Invece di bombardare l’ISIS – Jan Oberg

Dapprima qualche principio per stimolare un altro discorso, un altro modo di pensare che non sia militarista – e poi le proposte concrete qui sotto – 27 in tutto per la vostra deliberazione, discussione con gli amici e forse condivisione attraverso i vostri media sociali e altrimenti; le proposte non sono numerate: non c’è linearità, … Continua

RICHARD-FALK-AFP

Il conflitto tra Israele e Palestina: una svolta nel modo di pensare dell’Occidente? – Richard Falk

Sebbene i discorsi all’ONU (il 26 settembre scorso, n.d.t.) siano raramente indicatori delle realtà politiche, le esposizioni fatte da Mahmoud Abbas a nome dell’Autorità Palestinese, e dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP) e da Benjamin Netanyahu, il primo ministro di Israele, contenevano degli elementi degni di essere notati. Questi discorsi sono arrivati mentre il … Continua