Il generale Lee e la lezione di Cesare | Massimiliano Fortuna

Ricordo bene che sin da bambino mi aveva colpito leggere che Cesare, pugnalato, cadde morto ai piedi della statua di Pompeo. Così almeno riportano Plutarco e Appiano. Ciò che quell’immagine, ancora vagamente data l’età, mi suggeriva era l’instabilità del nostro esistere e della storia umana. Tutto può mutare e ribaltarsi rapidamente, le nostre condizioni di … Continua

Contingenza, ironia, solidarietà | Massimiliano Fortuna

Ci sono libri, credo valga per molti di coloro che leggono, ai quali torniamo di frequente, le cui idee non smettono di stimolarci e ci sembrano una guida grazie alla quale far maturare il nostro pensiero sulle cose del mondo e sulla loro inesorabile complessità. Livres de chevet, come si dice. Se penso alle mie … Continua

Dario & Bob | Massimiliano Fortuna

Talvolta si verificano delle coincidenze la cui forza di evocazione basta a se stessa. Poche ore prima della morte di Walter Bonatti si sbriciolò gran parte del pilastro sud-ovest del Dru, teatro della sua scalata più nota e leggendaria. Tutto ha un termine, anche il profilo, che ci parrebbe inalterabile, delle grandi montagne, non solo … Continua

Ali, Gardner e le intelligenze multiple | Massimiliano Fortuna

Rileggendo nei giorni scorsi, dopo la scomparsa di Muhammad Ali, un bel libro a lui dedicato, uscito alla fine degli anni Novanta, Il re del mondo di David Remnick (Feltrinelli 1999), mi sono imbattuto in un dettaglio che non ricordavo. Non molti forse sono al corrente del fatto che Ali, in un primo momento, venne … Continua

Un libro di Eco | Massimiliano Fortuna

Ho amato moltissimo Il nome della rosa. Lo lessi una prima volta al ginnasio, senza sapere nulla del pensiero medioevale, appassionandomi alla trama di delitti e mistero. In seguito lo rilessi al liceo, dopo aver concluso la parte di manuale dedicata alla filosofia del Medioevo, e cominciai a intuire qualcosa del rimando delle citazioni. Iniziai … Continua