Manifestazione | ITALIA RIPENSACI: a sostegno dell’appello perché l’Italia voti il bando ONU alle armi atomiche

Alcune associazioni già impegnate da tempo per la pace la giustizia e la nonviolenza, preoccupate per l’intensificarsi di scontri politico/militari dalle conseguenze imprevedibili ma comunque catastrofiche, hanno visto un segno di speranza nell’avvio dei negoziati all’ONU per la messa al bando delle armi atomiche. Purtroppo l’Italia non ha partecipato alla prima sessione di tali negoziati che si è … Continua

Altri 10 miliardi per le armi. La chiamano crescita | Giulio Marcon

Finanziaria. Il 22% del fondo da 46 miliardi per «assicurare il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del paese» andrà al ministero della Difesa per fare carri armati, elicotteri di combattimento e centri comandi. Una scorrettezza normativa e formale enorme contro il parlamento Ieri, la Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha iniziato a occuparsi del … Continua

Appello per la messa al bando delle armi nucleari

La sede torinese del MIR-MN ha proposto a diverse associazioni della società civile di redigere un appello al governo italiano perché cambi atteggiamento sui negoziati in corso all’ONU per la messa al bando delle armi atomiche. La risposta è stata eccezionale: in poco più di 10 giorni sono state raccolte circa 60 adesioni. L’appello, di seguito … Continua

La ministra Pinotti fa un altro autogoal | Giulio Marcon

Sentire parlare la ministra Roberta Pinotti di servizio civile (obbligatorio), dopo che ha aumentato le spese militari dell’11% (come dice il Sipri), ha legittimato la vendita di armi all’Arabia Saudita, ha difeso a spada tratta gli F35 e non ha mai voluto incontrare in tre anni le organizzazioni della pace, fa un certo effetto. Si è forse (ri)convertita? … Continua

La Ministra della “Guerra”, chiama alle “armi” | Luca Cellini

  Il Ministero della Guerra in Italia è stato abolito il 4 febbraio 1947, sostituito dal Ministero della Difesa, teniamo a sottolineare “ Difesa” : in seguito all’approvazione della nostra Costituzione, la guerra come strumento di offesa e di risoluzione delle controversie internazionali è stata ripudiata. Probabilmente la nostra Ministra Pinotti, sopravvissuta del “fu Governo Renzi” e attuale rappresentante del Governo Gentiloni, … Continua

La società civile ricorda la Nakba. Il governo italiano si prostra a Israele | Patrizia Cecconi

Ci sono fatti che interrogano la coscienza di ogni democratico sincero. Anche se non riguardano direttamente il proprio paese. Per esempio, in questi giorni si sta preparando una tragedia di grandi proporzioni che potrebbe essere scongiurata. Non è soltanto una tragedia umana ma è l’ennesima prova che il Diritto universale può essere calpestato impunemente e … Continua