Sardine: la gentilezza rivoluzionaria | Enrico Peyretti

«Non intendo andare a Palazzo Chigi senza passare dalle elezioni» (detto al TG3, il 27 luglio 2019, e ripetuto negli ultimi giorni dell’anno). Questo è il tipico populismo, che sostituisce il dialogo e la mediazione politica con la conquista numerica del potere, fatto giusto dalla pura quantità. Infatti, ha osato anche parlare di «pieni poteri» … Continua

Eppure il vento soffia ancora… Raccolta fondi per Riace

Rilanciamo in prossimità del Natale la CAMPAGNA DI DONAZIONI per la ripartenza di Riace che si trova sul sito della Fondazione È Stato il Vento – Banca Etica Come è successo finora, la solidarietà che vi chiediamo non si esaurisce nel solo sostegno monetario. Si tratta di sostenere, attraverso una donazione, la ripartenza faticosa di … Continua

Chi semina armi, raccoglie profughi | Alex Zanotelli

Le parole di Bergoglio e le bombe nucleari. Le parole del papa risvegliano i laici dal «sonno della ragione» e i cristiani dal tradimento del Vangelo: ci siamo arresi alla necessità di una difesa atomica sotto l’egida Nato «Desidero ribadire che l’uso dell’energia atomica per fini di guerra è, oggi più che mai, un crimineL’uso … Continua

Taranto, il piano B esiste ed è produttivo. Ma non l’avete letto | Girolamo De Michele

«Taranto non può più essere il tappeto sotto al quale il Paese nasconde la sua polvere: industrie tenute sul mercato unicamente dalla possibilità di non rispettare norme ambientali e di sicurezza sul lavoro, di non innovare e di non virare verso la transizione energetica. Né i tarantini e le tarantine possono essere considerati sacrificabili per … Continua

L’Italia nella Coalizione «antiterrorismo» | Manlio Dinucci

L’arte della guerra. Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, accogliendo a Roma i cinque militari feriti in Iraq, ha dichiarato che «lo Stato italiano mai indietreggerà di un centimetro di fronte alla minaccia terroristica e reagirà con tutta la sua forza di fronte a chi semina terrore». È quindi volato a Washington per partecipare … Continua

Ma emendare i crimini umanitari non si può | Raffaele K. Salinari

Italia-Libia. Resta però fondamentale inquadrare quel che accade sul Memorandum, che altro non è che uno scempio del diritto internazionale, in uno scenario molto più ampio, che parte da lontano, da almeno 20 anni e precisamente dalla ridefinizione dell’«intervento umanitario» che deve essere prioritariamente militare, come sancito dai bombardamenti della Serbia da parte della Nato nel … Continua