Israele si avvia verso una soluzione? | Johan Galtung

Questa rubrica ha raccomandato una soluzione 1-2-6-20: 1 Palestina interamente riconosciuta da Israele; una soluzione a 2-stati con confini conformi alla legge internazionale; in una comunità medio-orientale di Israele e vicini Arabi di 6-stati, in una comunità di più o meno 20 stati, anche questa comprendente i loro vicini. La soluzione a 2-stati potrebbe essere … Continua

Ancora in attesa di un Gandhi palestinese? Lei/lui c’è già | Zaha Hassan

Ogni ragazzina della Cisgiordania che attraversa un checkpoint per andare a scuola è una Rosa Parks. Ogni prigioniero che fa lo sciopero della fame è un Mandela, e ogni gazawi che sopravvive nonostante le condizioni disumane è un Gandhi palestinese. La seconda domanda (dopo “Dov’è la Palestina?”) più frequentemente posta a un palestinese-americano è: “Dov’è … Continua

Come il mondo ha ignorato una settimana di disobbedienza civile Palestinese | Edo Konrad

La violenza della settimana scorsa, e l’attenzione dei media focalizzata sulle violenze, ha oscurato un aspetto centrale della storia: la disobbedienza civile di massa dei Palestinesi   Per molti Israeliani la violenza esplosa nelle scorse settimane intorno al Monte del Tempio /Haram al-Sharif è poco più dell’ovvio risultato dell’intransigenza dei Musulmani di fronte alle legittime … Continua

Gerusalemme: Bisogna rispettare il diritto internazionale

Nel 1945 l’organizzazione delle nazioni unite (ONU) è nata per promuovere il diritto internazionale e la risoluzione pacifica dei conflitti. L’autodeterminazione dei popoli è uno dei principi base che caratterizzano la carta delle nazioni. Sappiamo perfettamente che passare dalla carta alla realtà non è cosa semplice né immediata. E’ però vero che, seppur con le … Continua

Gaza deve vivere per la vita di tutta la Palestina. Appello per una campagna internazionale

La vita della popolazione di Gaza è seriamente messa in pericolo e noi, cittadini/e del mondo, associazioni, gruppi, non credenti e credenti di fedi diverse, sentiamo la responsabilità di agire laddove le Risoluzioni hanno fallito, e porre all’attenzione internazionale questo lento genocidio. Prima di tutto il nostro sguardo si appunta sull’assedio, imposto dalle Autorità israeliane … Continua

Palestina ieri e oggi: tra Nakba, occupazione e condizione dei prigionieri politici

dalle h.18 – Amedeo Cottino: presentazione del rapporto della Commissione Economica e Sociale delle Nazioni Unite sulla questione dell’apartheid dello Stato israeliano nei confronti del popolo palestinese – letture, poesie, riflessioni dalle h. 20 la proiezione del documentario “The bitter Ink” (Inchiostro amaro) di Elia Ghorbiah Chiude la serata, alle ore 21.15 circa (per permettere la partecipazione di amiche … Continua

La società civile ricorda la Nakba. Il governo italiano si prostra a Israele | Patrizia Cecconi

Ci sono fatti che interrogano la coscienza di ogni democratico sincero. Anche se non riguardano direttamente il proprio paese. Per esempio, in questi giorni si sta preparando una tragedia di grandi proporzioni che potrebbe essere scongiurata. Non è soltanto una tragedia umana ma è l’ennesima prova che il Diritto universale può essere calpestato impunemente e … Continua