Donne fuori dal buio. L’Iraq 15 anni dopo

A 15 anni dall’invasione dell’Iraq, un web-documentario racconta la storia di 4 donne irachene. E del paese. Era il 20 marzo del 2003, e una Coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti invadeva l’Iraq. Iniziava così una guerra che oggi non è ancora finita. Cosa è cambiato in questi 15 anni? Come ha resistito la popolazione … Continua

Le alternative alla guerra esistono | Angela Dogliotti Marasso

“Da più parti si sono espresse preoccupazioni e prese di posizione contro la recente decisione del Governo italiano di procedere ad un intervento militare in Libia, presentato come missione di natura “umanitaria” per la presenza in esso di una minima parte di personale medico. Ancora una volta, infatti, si sceglie di ricorrere allo strumento militare, … Continua

Il rapporto Chilcot. I punti chiave dall’inchiesta britannica sulla guerra del 2003 in Iraq | The Guardian

Redatta fra il 2009 e il 2011 da una Commissione ufficiale presieduta da Sir John Chilcot, ma pubblicata in 12 volumi solo il 5 giugno 2016, l’inchiesta condanna la decisione dell’ex primo ministro Tony Blair di impegnare truppe britanniche con gli USA nell’invasione dell’Iraq. L’inchiesta non affronta gli aspetti legali ma ritiene che: il Regno Unito … Continua

Adel continua a correre | Alessandro Ciquera

Aded è stato il vincitore della Peace Marathon di Baghdad lo scorso ottobre. Per la Colomba e la Papa Giovanni 23 vi avevamo partecipato anche io e Antonio, in occasione del Forum sociale iracheno, che ha rappresentato e rappresenta il fiore di quel popolo e le sue speranze. In queste ore Aded è morto a … Continua

Il nocciolo della questione e il resto è silenzio – Peppe Sini

Senza reticenze, senza ipocrisie, senza eufemismi, il nocciolo della questione è questo: che l’invio di 450 soldati italiani alla diga di Mosul verrà presentato dalla propaganda dell’Isis come “un’invasione crociata” delle truppe di uno degli stati che dagli anni Novanta ha preso parte alla guerra e alle stragi e successivamente all’occupazione militare neocoloniale, devastatrice, rapinatrice, imperialista e … Continua