Gandhi e il “Programma Costruttivo” | Incontro con Radha Bhatt

Radha Bhatt è una constructive worker che ha lavorato tutta la vita in Uttarkhand per realizzare programmi di sviluppo nei villaggi. Radha è una prestigiosa attivista gandhiana di straordinario spessore umano e culturale che ha dedicato la sua vita intera a rendere vivo e concreto il Pensiero Costruttivo del Mahatma Gandhi. Paladina dei diritti sociali, delle … Continua

Lo spreco di cibo in un mondo affamato | Moin Qazi

L’India produce abbastanza cibo per soddisfare I bisogni di tutta la sua popolazione, e ha a disposizione terra arabile con potenziale produttivo per l’esportazione. Eppure, non è in grado di alimentare milioni della propria gente, specialmente donn e bambini. L’India è 100^ fra 119 paesi nell’Indice Globale della Fame (GHI) 2017, nel quale è sempre … Continua

Un’icona della nuova India | Daniela Bezzi intervista Arundhati Roy

Una scrittrice impegnata nella difesa dei diritti umani contro la globalizzazione Vent’anni fa ieri, 3 agosto 1998, usciva con il suo primo saggio politico, una data da festeggiare Con Il Dio delle Piccole Cose, pubblicato nella primavera del 1997, si era affermata come la ‘voce nuova della nuova India’. Libro fin da subito best seller in una quantità di … Continua

L’estinzione dei contadini… una prospettiva insostenibile | Elena Camino

La lunga marcia dei diseredati a Delhi – A long march of the dispossessed  to Delhi. Il vocabolario suggerisce il termine ‘diseredati’ come traduzione di ‘dispossessed’, ma sarebbe più giusto tradurlo con la parola ‘espropriati’ o ‘privati dei loro beni, dei loro diritti’… Si titola così un articolo pubblicato pochi giorni fa (il 22 giugno … Continua

Cinemambiente al Sereno Regis

venerdì 1° giugno ore 18 Sarimihetsika di Enrico Iannacone (Italia, 2018, 33’) alla proiezione seguiranno l’incontro fra l’autore e Franco Andreone e il concerto di Olga del Madagascar, accompagnata dai musicisti Tatè Nsongan e Badara Dieng. Con la potenza della sua voce Olga canta sui ritmi tradizionali del Madagascar come il salegy, tsapiky, basesa, beguina, … Continua

Noi lo chiamiamo Parco. Loro la chiamano Casa.

In India quasi 4 milioni di persone vivono all’interno di quelle zone ‘incontaminate’ qualificate come Riserve Naturali, o in procinto di diventarlo. Minoranze, per lo più indigene (adivasi), che delle politiche di conservazione ambientale si trovano a sperimentare solo la brutalità, ossia le pratiche di sfratto dalle loro terre ancestrali, che li escludono da qualsiasi … Continua