Una stanza tutta per sé | Accoglienza in famiglia per donne vittime di violenza

print

Piano di inclusione sociale della Città di Torino – Reti territoriali per l’abitare e l’accoglienza solidale

L’associazione Retedonna, per il progetto Una stanza tutta per sé, ricerca donne motivate a collaborare in un progetto di accoglienza in famiglia rivolto a donne che, avendo subito violenza, hanno avuto il coraggio di denunciare e lasciare il proprio compagno/marito maltrattante e si trovano a dover reimpostare la propria vita.

Queste donne hanno bisogno per qualche mese di un luogo quieto e sereno da cui ripartire e, sia loro che le famiglie ospitanti, verranno seguite durante il percorso da Retedonna, da Alice nello specchio (partner nel progetto) e dal centro antiviolenza del Comune di Torino.

Chi si candida a ospitare deve risiedere nell’area di Torino (o prima cintura).

Per chi ospita è previsto un rimborso mensile di 400 euro.

Questa è una occasione concreta di solidarietà per mettere in campo le relazioni tra donne a fronte del grave problema della violenza di genere.


Per tutte le informazioni che desiderate avere contattate:

[email protected] (indicando nell’oggetto: Una stanza tutta per sé)