Formazione | La Pace nel Giornalismo – Raccontare il Qui e Ora

“La Pace nel Giornalismo” è un ciclo di 5 incontri che ha inizio il 9 gennaio 2020 alle ore 17.00 (e fal Centro Studi Sereno Regis, Via Garibaldi 13. 

Il ciclo propone incontri pratici e di riflessione sul Giornalismo di Pace, quel giornalismo così definito nell’ambito della Peace Research come socialmente responsabile e che nel raccontare la realtà contribuisce a realizzare e a mantenere la pace.

Rivolto a reporter e aspiranti giornalisti/e del presente, “La Pace nel Giornalismo” ha i seguenti obiettivi: 

– formare lettori e lettrici migliori, che abbiano  anticorpi per riconoscere l’informazione falsata e le dinamiche della disinformazione;

– essere un laboratorio per giornaliste e giornalisti che possano scrivere individualmente o collettivamente uno o più articoli con le tecniche del giornalismo di pace, partendo dai temi portati dagli ospiti, diversi per ogni incontro; gli articoli prodotti saranno seguiti nella scrittura fino ad essere adatti alla pubblicazione sul sito del Centro Studi Sereno Regis.

Gli incontri del Ciclo “La Pace nel Giornalismo” sono a iscrizione, gratuita, limitata e vincolante: non c’è un limite di età (purché maggiorenni) per un numero massimo di 15 iscritte/i. In caso di un numero di candidature maggiore, sarà valutata la motivazione e la disponibilità a partecipare a tutti e 5 gli incontri. L’iscrizione avviene online, al form sottostante entro le ore 12.00 del giorno martedì 7 gennaio 2020.



Qui di seguito vengono riportati i dettagli per ogni evento del ciclo “La Pace nel Giornalismo” a cui partecipano ospiti scelti perché esperti dei diversi temi di interesse del presente:

9/1 | “Comunicare i Confini” con Christian Elia Walking the line & Oltre i Muri

Presentazione libri + Workshop Dall’idea al prodotto giornalistico

Christian Elia -Condirettore di Q Code. Ha raccontato più di 40 paesi per più di 20 testate, per anni con PeaceReporter ed E il mensile. Si occupa di Mediterraneo, Medio Oriente e Balcani. E’ autore di libri, teatro, documentari e radio. Con i suoi lavori ha vinto il premio Baldoni, il premio Giornalisti del Mediterraneo, l’IMMaginario DOC Festival, menzione speciale giuria Siani Reportage Prize, il premio il Reportage.


16/01 | “Comunicare l’Altro” con Murat Cinar Gli immigrati nei media: esempi dalla Turchia e dall’Italia + Workshop Come usare bene le parole

Murat Cinar- giornalista, videomaker e fotografo. Dopo aver studiato Economia in Turchia, nel 2002 si trasferisce in Italia, dove si specializza in riprese e montaggio video, fotografia, giornalismo. Collabora con diverse testate turche, fra cui KaosGL, BiaNet e Sendika.org e con periodici, agenzie di stampa ed emittenti radiofoniche e televisive italiane come Pressenza, Caffe dei Giornalisti, Radio Onda d’Urto, Capo d’Istria, In Blu, Radio Blackout, Rai e Tgcom24. Ha scritto “Una guida per comprendere la storia contemporanea della Turchia” (Simple 2016) e Ogni luogo è Taksim (Rosenberg&Sellier 2018) con Deniz Yucel.


23/01 | “Comunicare l’Impegno” con Maria Elena Delia Attivismo e giornalismo, così lontani così vicini. Nuovi paradigmi dell’informazione indipendente + Workshop: Come trasformare i social network in reti di sicurezza

Maria Elena Delia – torinese, dopo diverse esperienze in molti paesi del mondo, in cui lavora come volontaria a progetti per lo sviluppo del territorio e tutela dell’infanzia, si dedica prevalentemente a progetti per la difesa dei diritti dei palestinesi. Fa parte del Free Gaza Movement fin dalla sua creazione e dell’International Solidarity Movement, dal 2009 al 2013 diventa referente per l’Italia nella Coalizione Internazionale della Freedom Flotilla. Dal 2012 è Consigliere all’interno del board della Fondazione Vittorio Arrigoni che promuove interventi umanitari in Italia e a livello internazionale. È co-founder di x.0 communication.


30/01 | “Comunicare l’Autonarrazione femminile collettiva” con Silvia Berruto Un’opportunità di empowerment e di autodeterminazione in una prospettiva di intersezionalità + Workshop CountHERnarrative,  Storie di donne migranti

Silvia Berruto – Photoreporter sociale e giornalista pubblicista freelance, giornalista contro il razzismo, progettista culturale, studiosa di Nonviolenza. Si occupa di storia e memoria con un progetto culturale permanente denominato “Collettivamente memoria” di cui è ideatrice e curatrice. Fa parte di TRANSCEND International A Peace Development Environment Network – rete per la Pace Sviluppo e Ambiente. Scrive su TRANSCEND MEDIA SERVICE Solutions- Oriented Peace Journalism.


1/2 h: 15.00- 18.00  | “Comunicare col corpo” con Silvia Muletti Allenamento alla presenza per una scrittura consapevole + Workshop Pratiche fisiche per raccontare il reale

Silvia Muletti è docente di Travel Writing – scrittura di viaggio – alla Scuola Holden. Ha vissuto in Turchia e Cipro con progetti europei di educazione all’ecologia, mentre ha collaborato come consulente di economia creativa per Ong in Spagna e Brasile. Dai suoi viaggi, riporta nella scrittura la curiosità e l’attenzione alla percezione dei sensi, del luogo e non solo. Vive a Torino e fa il Servizio Civile al Centro Studi Sereno Regis dove si occupa di comunicazione e social, e organizzazione di eventi. 

 

Per ulteriori approfondimenti si prega di contattare Silvia Muletti, [email protected]

I commenti sono chiusi.