Cristina Balzano

Cristina Balzano è ricercatrice e studiosa di cinema. Ha curato eventi cinematografici come la Rassegna del cinema cinese per il Comune di Torino, i film di Chaplin per l’Università e un ciclo sulla pace per il Centro Studi Gobetti. E’ stata responsabile della sezione cinematografica del mensile di cultura “Alphaville” e della rubrica radiofonica di cinema e spettacolo di ItaliaRadio.
Ha pubblicato Testo e cinema (1989) per le Edizioni D’Anna di Firenze, Cinema e pace (1998) a cura del Centro Studi Sereno Regis, Cento anni di cinema civile (2002) per gli Editori Riuniti in collaborazione con Amnesty International, A qualcuno piace… tango (2006) con l’Editore Sigillo. Ha scritto numerosi saggi e recensioni per l’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza di Torino e altre Associazioni culturali.

 

 

Laura Operti

Laura Operti si è laureata in filosofia con Norberto Bobbio con una tesi su “Il problema etico della nonviolenza”. Si è accupata  dal 1990 di educazione interculturale organizzando corsi di formazione per insegnanti, seminari, convegni e rassegne cinematografiche. Ha pubblicato sull’argomento tre volumi  con Bollati-Boringhieri editore ed è di prossima pubblicazione il libro “Per una cultura della nonviolenza”. Dal 2002 al 2004 è stata giudice onorario presso il tribunale per i minorenni del Piemonte e della Val d’Aosta.

 

 

 

Giorgio Barazza

Giorgio Barazza è socio del Centro Studi Sereno Regis all’interno del quale è referente per il bilancio sociale. Partecipa al gruppo Educazione alla pace “Marilena Cardone”. Per 4 anni ha gestito un laboratorio della nonviolenza. Le sue esperienze di cinema e nonviolenza sono riferite alla serie di filmati “A force more powerful” sulle lotte nonviolente che hanno avuto successo nel 900 (http://www.aforcemorepowerful.org). Questa esperienza è disponibile nel quaderno di “Azione nonviolenta” n. 18 dal titolo “Un secolo fa, il futuro, edizioni del Movimento Nonviolento.

 

 

 

Dario Cambiano

Dario Cambiano è socio del Centro Studi Sereno Regis all’interno del quale ricopre il ruolo di coordinatore della comunicazione e referente del progetto Gli Occhiali di Gandhi: un centro per una cultura cinematografica nonviolenta. Si occupa di semiotica degli audiovisivi. Ha partecipato alla prima edizione di “Noi e gli altri”, concorso cinematografico dedicato al tema dell’handicap (1992) e ha vinto il premio del pubblico con la sua classe nella II edizione di Sottodiciotto Film Festival, categoria scuole superiori.

 

 

 

Marco Scarnera

Marco Scarnera è socio del Centro Studi Sereno Regis, nel quale ricopre l’incarico di referente del Comitato Pace e Nonviolenza, collabora come formatore al gruppo Educazione alla Pace (EdaP) e segue l’organizzazione del nascente centro per una cultura cinematografica nonviolenta.